LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il professore: La Carta chiara Non devono pesare sullo Stato Salvatore Settis, archeologo ed ex direttore della Scuola Normale di Pisa: la vittoria della Costituzione sullinterpretazione dei politici
di Melania Di Giacomo
26 luglio 2015 CORRIERE DELLA SERA


la vittoria della Costituzione sullinterpretazione che ne hanno dato i governi. Salvatore Settis, archeologo ed ex direttore della Scuola Normale di Pisa, ora presidente del consiglio scientifico del museo parigino del Louvre, tra coloro che aspettavano da quindici anni che un giudice affermasse la natura commerciale delle scuole paritarie che abbiano lobiettivo di perseguire con i propri ricavi il pareggio di bilancio. E anche se la riforma Berlinguer del 2000 diede pari dignit alle scuole gestite da privati, alla Carta fondamentale che si richiama per affermare la priorit dellistruzione statale.

Professor Settis, lei stato tra i firmatari nel 2013 di un appello contro i finanziamenti alla scuola privata ispirato alla Costituzione. Ora la Cassazione dice che le paritarie chiedono una retta, quindi utilizzano modalit commerciali, e per questo non possono essere esenti dallIci. Se laspettava?
La sentenza fa scalpore perch in controtendenza con quello che fanno i governi, compresi quelli di centrosinistra. La Costituzione allarticolo 33 parla di scuola pubblica e aggiunge che enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione ma senza oneri per lo Stato. Invece, negli ultimi anni non stato cos. A partire dalla legge Berlinguer, con un governo di centrosinistra, e poi negli anni c stato uno smottamento verso la scuola privata.

Lei dice prima la scuola statale. Ma la legge riconosce anche le scuole paritarie come pubbliche.
Ma senza oneri per lo Stato non pu avere uninterpretazione diversa. Purtroppo i contributi di cui le scuole paritarie gi godono e i privilegi di natura fiscale si accompagnano a una contestuale riduzione dei finanziamenti per la scuola pubblica. E sarebbero molto pi tollerabili se la scuola pubblica venisse salvaguardata, invece non cos. Non dubito che la scuola privata vada difesa, ma la scuola pubblica dovrebbe avere il primato.

La Cei dice che gli istituti paritari ricevono contributi per 520 milioni di euro, ma lo Stato risparmia sei miliardi e mezzo. Chi chiede il sostegno alla scuola paritaria lo motiva anche col fatto che con un milione e trecentomila studenti in pi le scuole statali avrebbero un costo molto pi alto.
La Costituzione dice che listruzione obbligatoria e gratuita. Visto che stanno facendo delle modifiche alla Costituzione, cambino anche questo articolo... Potrei capire di pi la posizione di chi difende la scuola privata se desse la giusta priorit alla scuola pubblica che invece viene mortificata da continui tagli. Data la scarsit dei finanziamenti, se si rinuncia a pescare dalla tasse, si taglia da altre parti e non vorrei che ci stessero trascinando verso un sistema di tipo americano.

Dove per i costi di unistruzione di qualit sono molto alti.
Ci sono Paesi come gli Stati Uniti dove le scuole private sono pi importanti e la pubblica un disastro. Quindi, alla scuola privata vanno i ricchi, e non vorrei che lItalia andasse in questa direzione. Specie in un momento in cui stanno crescendo le disuguaglianze e le nuove povert di cui parla anche papa Francesco. In una situazione di questo tipo rafforzare la scuola pubblica dovrebbe essere la prima cosa. Poi se la scuola di carattere commerciale pu essere aiutata, lecito.

Quindi cosa risponde a chi dice che senza finanziamenti le scuola paritarie chiuderebbero?
Che non stanno facendo i conti con la Costituzione, la difesa dei privilegi in quanto acquisiti piuttosto debole.

http://www.corriere.it/cronache/15_luglio_26/ragioni-cattolici-laici-settis-1dd07800-3384-11e5-b9cb-8f0de84308fe.shtml


news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news