LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Carracci all'asta Benati indagato per illecita esportazione
Alessandro Cori
26 luglio 2015 LA REPUBBLICA



LA QUERELLE tra gli storici dell'arte Vittorio Sgarbi e Daniele Benati, sul trasferimento all'estero della "Vergine orante" dipinta da Annibale Carracci tra la fine del 500 e i primi anni del 600 rischia di proseguire nelle aule del tribunale. Nei giorni scorsi infatti la procura ha notificato un avviso di chiusura delle indagini, atto che di solito precede la richiesta di rinvio a giudizio, a tre persone, che risultano indagate per concorso nell'esportazione illecita del quadro. Tra gli accusati, oltre a due fratelli bolognesi, P.G. e C.G., proprietari dell'opera, c' proprio il presidente di Italia Nostra Bologna e docente dell'Alma Mater Daniele Benati. Le indagini dei carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale, coordinate dal pm Morena Plazzi con la supervisione del procuratore aggiunto Valter Giovannini, sono cominciate a febbraio, dopo che Vittorio Sgarbi, curatore della mostra "Da Cimabue a Morandi", aveva denunciato pubblicamente l'avvenuto trasferimento della "Vergine orante" da Bologna all'estero, senza alcuna comunicazione alla Soprintendenza. Non dico che Benati sia responsabile dell'esportazione del dipinto dichiar all'epoca Sgarbi - , dico che era consapevole che quella era un'opera di Carracci. I magistrati, per, ora ipotizzano l'accusa di concorso in esportazione illecita anche per il presidente di Italia Nostra Bologna, che a sua volta quando esplose la polemica querel per diffamazione il critico ferrarese. Secondo gli investigatori, nel 2011, una perizia di Benati attribu ipoteticamente il dipinto ad Annibale Carracci, pittore di grandissimo valore, la cui esportazione avrebbe dovuto essere notificata al Ministero. I due fratelli si sarebbero accordati con la casa d'aste austriaca Dorotheum per esportare l'opera come "Dipinto di Scuola emiliana", di autore ignoto, evitando di notificarlo come Carracci. Nel 2013 un'asta a Vienna ha collocato il dipinto sul mercato estero, e nel frattempo una seconda perizia di Benati ha stabilito ufficialmente l'attribuzione ad Annibale. A gennaio 2015 il dipinto stato battuto all'asta a a New York, da Christie's, e aggiudicato per 965.000 dollari. I difensori di Benati, gli avvocati Gino Bottiglioni e Giulio Volpe, si dicono "sorpresi" dalle accuse: Il professore del tutto estraneo alla vicenda. Confidiamo di riuscire a chiarire alla magistratura la sua posizione.

Sgarbi, che collega la vicenda del Carracci alla lettera che Benati e altri 130 studiosi scrissero contro la sua mostra da "Cimabue a Morandi", oggi dichiara che Era prevedibile che venisse indagato, si ferito da solo. Lui si lamentato per la Santa Cecilia di Raffaello spostato dalla Pinacoteca a Palazzo Fava. Io invece ho denunciato una cosa vera.





news

27-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news