LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA - Trovato un edificio sacro
di Claudio Zoccheddu
28 luglio 2015 LA NUOVA SARDEGNA



Il direttore degli scavi: lesioni minime, la pala ha solo carezzato una statua



CABRAS. Se fosse successo in un campo di calcio, le discussioni sarebbero durante allinfinito. Nello scavo di Monte Prama per manca la moviola e il contatto tra la benna del miniescavatore e i reperti recuperati venerd sera pu essere ricostruito solo interpretando i segni lasciati sul terreno e raccogliendo la testimonianza del responsabile dello scavo, larcheologo della soprintendenza Alessandro Usai: Una carezza che non ha causato alcun danno, racconta Usai riferendosi al colpo inferto dalla pala meccanica alla testa di un Gigante, la sedicesima recuperata finora. Ritornando alle metafore calcistiche, per sapere se il contatto avvenuto dentro o fuori dallarea di rigore e dunque se verr giudicato rilevante ai fini del risultato - sar necessario attendere il rapporto dei carabinieri del Nucleo per la tutela del patrimonio culturale e artistico che hanno visitato lo scavo e che sono stati tra i pochi a vedere i reperti rinvenuti quattro giorni fa e custoditi nel museo di Cabras.

I segni sul campo. Oltre alla carezza sulla faccia del guerriero di pietra, il miniescavatore ha colpito altri reperti. Le lastre che proteggono le tombe portano i segni del contatto in diversi punti: Solo scalfitture, niente di rilevante ha commentato Usai Per riportare alla luce questa parte della necropoli dovevamo spostare 300 metri cubi di terra. Era impensabile farlo a mano, dunque stato usato il miniescavatore come succede in tutti i cantieri di questo tipo. I danni sono marginali: non comprometteranno in alcun modo il risultato che intendiamo conseguire: risistemare le sepolture comerano prima che venissero scavate negli anni 70 per poi essere ricoperte senza troppi fronzoli.

Le giustificazioni. Non potevamo sapere che le lastre erano state interrate in questo modo, ecco perch la benna ne ha toccate alcune. Comunque si parla di arenaria, un materiale fragilissimo che spiega quanto possa essere facile graffiare uno di questi manufatti. Sarebbe potuto succedere anche utilizzando le cazzuole o i pennelli. Anche per i reperti pi significativi Usai dice: Sono sbucati da una zona gi indagata da Alessandro Bedini nel 1975, non potevamo sapere che oltre alle tombe ci sarebbe stato un frammento di scultura. A ogni modo abbiamo proceduto, anche in questo caso, con la massima cautela.

I reperti. La lista dei ritrovamenti stata confermata: una testa, alcune porzioni di busto, qualche gamba, un pugno e alcuni pezzi di arco. Tutti frammenti che provengono da una delle discariche che fa da sfondo allarea delle tombe, zone dove probabilmente venivano gettate le sculture danneggiate o abbattute. La novit pi succulenta riguarda invece quella che fino a pochi giorni fa veniva descritta come una capanna nuragica: Forse non una definizione corretta. Abbiamo rinvenuto unaltra parte della struttura e adesso pensiamo
che si tratti di un edifico cerimoniale. Non ci sono certezze, almeno per il momento, ma le dimensioni non sono quelle di una semplice capanna, conclude Usai che, quando costretto a ipotizzare le dimensioni del sito e la sua funzione, allarga le braccia: Magari lo sapessi, magari.

Tags

archeologia
giganti di mont'e prama

Invia per email
Stampa
28 luglio 2015



news

27-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news