LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA - Mont e Prama, attorno un tifo da stadio
di Claudio Zoccheddu
29 luglio 2015 LA NUOVA SARDEGNA

CABRAS un lavoro che infiamma l'immaginario collettivo. Gli scavi di Mont'e Prama sono un fenomeno mediatico, oltre che culturale. forse questo il motivo per cui nel corso degli ultimi anni sono nate vere e proprie fazioni che si contentando la ragione alla maniera dei temutissimi ultras che frequentano i campi calcio. A ridosso delle colline del Sinis la libert di pensiero e quella di poter esprimere un'opinione stata trasformata in tifo, puro e semplice. Qualsiasi notizia viene alterata, manipolata e gettata in pasto al pubblico (soprattutto via Internet) a seconda della fazione per cui si scelto di parteggiare. Gli esperti. Ecco dunque che il fronte degli archeologi "ufficiali" legati alla Soprintendenza di Cagliari e Oristano tende a giustificare ogni cosa arrivando a definire le tracce inequivocabili di un contatto tra la benna utilizzata nello scavo e i materiali archeologi su cui faranno chiarezza le indagine dei carabinieri del Nucleo per la tutela del patrimonio culturale come i segni degli aratri che fendevano la terra negli anni 70. O, ancora meglio, apostrofando l'intervento di chi si preoccupato di segnalare l'anomalia come una perdita di tempo per chi gestisce lo scavo. Un pensiero condito dagli sfott destinati a chi l'archeologia se l' "cucinata" in casa, magari condendo la pietanza con qualche ingrediente di troppo. Peraltro, ancora non stata mostrata la testa del Gigante, ultimo rinvenimento, "ferita" o "accarezzata" dalla benna, a seconda della versione, durante le fasi di recupero Gli autodidatti. E d'altra parte, dopo un silenzio lungo quarant'anni da parte dei canali ufficiali, anche logico che qualcuno abbia pensato di iniziare a ballare da solo in attesa che l'orchestra iniziasse a seguire i passi di una danza che non veniva insegnata in nessuna scuola. Dal ballo innocente, per, si passati alle accuse e ai controsfott: gli "archeobuoni" come vengono definiti gli archeologi ufficiali sono additati dall'opposta fazione alla stregua dei mistici medievali impegnati a nascondere il segreto delle loro pozioni. Le universit. Gli unici che rimangono alla finestra, per ora, sono gli studiosi delle Universit sarde che, dopo aver riaperto lo scavo nel 2014, sono scomparsi da Mont'e Prama forse vittime della guerra fredda tra Universit e Soprintendenza che ha caratterizzato gli scavi dell'anno scorso. Dopo gli ultimi ritrovamenti, e le polemiche sull'uso della pala meccanica, sembra per che si sia riaperto uno spiraglio e che la Soprintendenza sia pronta a tendere la mano alle universit. I 700mila euro concessi dal Ministero per gli scavi di Mont' e Prama, e Tharros, non sono certo infiniti e l'iniezione dei 500mila euro che le universit sarde porterebbero in dote sarebbero un toccasana per l'economia dello scavo. Il punto di vista. A spiegare una situazione tipica dei campi di calcio e della mentalit ultras del "evviva questo e abbasso quello" ci prova Simone Maulu, portavoce e attivista dell'Irs: Da un po' di tempo non si leggono altro che polemiche e scontri su Mont'e Prama attacca . Chiunque sembra possa parlare di archeologia, di come si effettua uno scavo, di come si restaurano i reperti e di come si fanno gli studi scientifici. Il perch di questa babele di opinioni, secondo Maulu, arriva da una profonda carenza del mondo della scuola: La storia dell'Isola non viene insegnata nelle scuole. Ecco perch nascono i dubbi che alimentano le fantasie e le perplessit. Se noi sardi studiassimo la nostra storia fin da piccoli, come giusto che sia, probabilmente saremo pi formati e pi coscienti di ci che eravamo e del patrimonio che abbiamo. E magari inizieremo a capire come poter realmente valorizzarlo. E per valorizzare le ricchezze archeologiche non servono cori, fumogeni e risse tra ultras.



news

05-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 5 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news