LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Lettera di Giuliano Volpe: Il Colosseo, Merlo e il Consiglio Superiore BCP

Gentile Direttore,

nellarticolo pubblicato oggi su La Repubblica, a firma di Francesco Merlo, a proposito dei finanziamenti destinati al Colosseo, lorgano consultivo che ho lonore di presiedere stato descritto in maniera macchiettistica e anche offensiva, oltre che disinformata, come composto da otto presunti supersaggi e sette astuti funzionari.

Sento pertanto il dovere di fornire qualche precisazione a difesa delle competenze e dellonorabilit di questo organismo e dei suoi componenti. Evidentemente Merlo ignora che tre dei "presunti supersaggi sono stati designati da Comuni (il prof. L. Molinari, esperto di architettura contemporanea, che tra laltro ora firma una rubrica di architettura su LEspresso), Province (prof.ssa F. Cappelletti, grande esperta di storia dellarte moderna) e Regioni (chi scrive) designati gi nel 2012 e confermati nel 2014, e che gli altri designati dal ministro sono tra i massimi esperti di biblioteche (prof. G. Solimine), economia della cultura (prof. S. Baia Curioni), management e musei con esperienze internazionali (arch. J. Thompson e dott. C. Ferrazzi), storia dellarte (prof.ssa B. Buscaroli) e che i sette astuti funzionari sono in realt i presidenti dei comitati tecnico scientifici che proprio il Ministro Franceschini riuscito recentemente a ricostituire e sono in gran parte professori universitari designati dal CUN, tra i massimi esperti di storia dellarte, restauro, biblioteche, archivi, musei (prof.ri G. Carbona, P. Carucci, M. Di Macco, F. Donato, M. Guerrini, M.G. Messina), e che solo una funzionaria dirigente del Mibact (dott.ssa M. Barbera, ex soprintendente archeologa di Roma). Sono personalit note e autorevoli, ma pu leggere i loro curricula sulla pagina web del CS, che proprio io ho voluto istituire sul sito del Mibact per garantire massima trasparenza e circolazione delle informazioni (www.beniculturali.it/consigliosuperiore).

Mi permetto di chiederle: ma davvero il CS dovrebbe essere, come vorrebbe Merlo, una "assemblea di cani da guardia come ai tempi della presidenza del prof. Settis (ricordo che i ministri allora si chiamavano Bondi e Galan, che mi sembra qualcuno dei critici di professione ora rimpianga) e non un organismo consultivo di indirizzo e monitoraggio che accompagni una necessaria riforma dei beni culturali e favorisca un collegamento tra il MiBACT e la societ italiana e internazionale? Il CS dovrebbe essere, cio, per definizione allopposizione, a prescindere? Questa mi sembra unidea tipica di certi ambienti per cui meglio produrre appelli, prevedere catastrofi ad ogni cambiamento, abbaiare (molto spesso alla luna!), invece di operare concretamente per produrre veri cambiamenti, tornare a innovare, a sperimentare, come lItalia sapeva fare un tempo nel campo dei beni culturali. Ma farlo con gli strumenti metodologici e le categorie del nuovo millennio e non con quelle del Novecento (o anche dellOttocento), gloriose s, ma ormai inadeguate. Invece i nostri laudatores temporis acti rimpiangono il passato, essendo sempre insoddisfatti del presente e temendo il futuro, trasformandosi cos in vestali di una tradizione ormai asfittica, proprio perch ha perso la sua capacit innovativa.

Quanto alla critica rivolta al progetto dellarena del Colosseo, ovviamente rispetto le posizioni diverse dalla mia e da quella di molti altri favorevoli. Critiche da rispettare se in grado di entrare nel merito dei fatti tecnici, molto meno quando si basano solo sui giudizi estetici o sul benaltrismo, tipicamente italiano. Da un giornalista del livello di Merlo e da un giornale come La Repubblica mi aspetterei almeno una conoscenza diretta dei fatti e una maggiore laicit nelle posizioni: Merlo ha gi deciso che la realizzazione sar kitsch e che la destinazione sar ispirata al modello di Las Vegas, esprimendo cos una grande sfiducia nei confronti della soprintendenza (quelle stesse soprintendenze sempre difese in vari appelli) cui spetta e spetter ogni decisione relativa ai possibili usi compatibili e rispettosi del monumento. La Medea di Seneca recentemente messa in scena nel Colosseo (purtroppo riservata solo a pochi per mancanza di spazi) uno spettacolo kitsch di Las Vegas o una forma per far vivere in un altro modo un monumento? Merlo parla poi di cemento, che nessuno pensa di utilizzare; anzi si studieranno formule non solo reversibili ma anche possibilmente meno invasive della parte di arena gi realizzata (contro la quale nessuno ha mai protestato: come mai? un quinto va bene, tutta una catastrofe?). Infine, la realizzazione dellarena non solo render pi comprensibile il monumento, ma protegger anche gli ambienti sotterranei (erano sotterranei e torneranno ad esserlo, visto che solo gli scavi archeologici hanno prodotto la situazione che noi vediamo oggi), risolvendo anche i gravi problemi idraulici e lesposizione alle intemperie, che hanno provocato gi grandi danni alle murature.

Si dice, in perfetto stile benaltristico, che sarebbe stato meglio destinate i fondi per il Colosseo ad altri monumenti (come la Domus Aurea, per la quale peraltro sono gi previsti altri finanziamenti, su altri capitoli, che a breve saranno resi noti). Ma come non riconoscere che il Colosseo qualcosa di speciale che richiede unattenzione speciale? Merlo sa che grazie ai proventi del Colosseo possibile curare tutti i monumenti archeologici di Roma e di Ostia e anche di destinare risorse, con un meccanismo di solidariet, a quelli di tutta lItalia, comprese biblioteche e archivi?

Se il collega Settis ha dichiarato la sua contrariet, voci altrettanto autorevoli hanno dichiarato la loro piena adesione, tra cui un altro mio autorevole predecessore, prof. Andrea Carandini, e lex soprintendente di Roma, prof. Adriano La Regina (il famoso signor no). E il progetto stato approvato anche dalla commissione paritetica Mibact-Comune di Roma, da me presieduta e composta da altri 8 grandi esperti (o anche loro sono da considerare otto presunti supersaggi asserviti?).

Per la prima volta, dopo lunghe stagioni di tagli, si torna a investire, con questi 80 milioni della legge Art Bonus, con i 490 milioni del Pon Cultura, con i 100 milioni allanno per tre anni stanziati con la legge di stabilit dello scorso anno. Pompei, considerata pochi anni fa la Caporetto dei beni culturali, ha conosciuto unautentica svolta: ma di questo si parla molto meno che di unassemblea sindacale.

Tutto bene? Nientaffatto, serve molto di pi, c tanto lavoro da fare per recuperare anni di disinteresse e di tagli, di blocco del turn over, di delegittimazione sociale. Ma come non voler riconoscere che si impressa una svolta!

Mi dispiace molto, gentile Direttore, che un giornale che considero progressista (e di cui sono affezionato lettore dal suo primo numero) abbia deciso di assumere nel campo dei beni culturali posizioni passatiste e oggettivamente conservatrici, ben lontane dallo spirito pluralista e laico che ha lo ha sempre ispirato, espressione di una lite culturale che ha contribuito ad affermare una visione proprietaria del patrimonio culturale, a promuovere una politica difensivistica fatta solo di no e di vincoli, la cui inefficacia sotto gli occhi di tutti, a produrre quella separazione tra il patrimonio culturale e cittadini che costituisce il vero problema da affrontare. Non con le polemiche sterili ma con un innovativo e coraggioso progetto culturale che guardi al domani.

Spero che voglia prestare una qualche attenzione a questa mia lettera e eventualmente ospitare, se lo riterr, una voce diversa.

Con stima

Giuliano Volpe



news

02-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 2 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news