LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Musei, dietro le nomine nessun progetto culturale. Comunicato dell'Associazione Bianchi Bandinelli
21 agosto 2015



LAssociazione Bianchi Bandinelli giudica molto grave ed estremamente dannosa per il sistema culturale italiano loperazione condotta sui musei dal ministro Dario Franceschini.

Per designare i nuovi direttori di venti musei italiani hanno chiaramente prevalso gli aspetti politici, mediatici, di comunicazione, con un meccanismo di selezione per il quale si sono scelti qui un giovane, l una donna, qua un italiano, l uno straniero, attenti alla nazionalit, allet, al genere: un sistema fatto per gli slogan, ottimo per i titoli dei telegiornali e che esclude qualunque considerazione di merito. Che idee hanno i prescelti? Quali progetti? Quale relazione di conoscenza e studio con le sedi che andranno a dirigere? Niente di tutto questo stato spiegato, e del resto non per quello che sono stati selezionati i vincitori. La loro estraneit al contesto sembra essere stata un titolo di merito. Senza contare la modestia di alcuni dei loro curriculum.

Ma alla base di tutto c la riforma del ministero voluta da Franceschini, che riflette la radicale avversione del governo nei confronti della tutela e del modello italiano, che si concretizza nella separazione dei musei dal territorio. Questa scelta va contestata per il suo carattere politico: non perch contraddica una tradizione di idee e studi cose fatte per essere superate, per evolversi ma perch in contrasto con la realt del patrimonio storico italiano, con la sua consistenza fisica, la sua diffusione. Il modello italiano della tutela, che mette in risalto e ricostruisce il collegamento fra opere e territorio, nato prendendo atto di questa realt. Una realt, un vero e proprio sistema, che invece il governo considera un intralcio, mirando a disarticolarla. Al territorio si provveder nei modi e nei termini previsti dalla riforma della Pubblica amministrazione, per la quale il ministro Franceschini si lasciato esautorare senza proferire verbo, cos come accaduto per la legge cosiddetta Sblocca Italia.

La vera riforma rivoluzionaria del ministero sarebbe stata una sola: aumento delle risorse finanziarie e del personale. Il ministro ne avrebbe tratto certamente un vero e duraturo giovamento politico e di immagine, se avesse davvero voluto conoscere e capire il dicastero che gli stato assegnato. Ricordiamo che molte delle innovazioni proposte nel tempo dai musei pi famosi nellambito della didattica o della gestione delle collezioni sono state ideate proprio da funzionari e direttori di musei italiani: il ministro non sa che abbiamo una tradizione non paragonabile con le esperienze estere. Se da noi tali innovazioni non sono state realizzate, ci avvenuto spesso solo per mancanza delle risorse necessarie.

Infatti i neo direttori si troveranno con bilanci disastrati da anni di tagli, con situazioni finanziarie da recuperare (se recuperabili) che comporteranno tempo e fatica. E la tanto sbandierata autonomia ancora tutta da costruire, anche dal punto di vista strutturale, visto che serviranno uffici e personale amministrativo (per gestire comunque quali risorse?). Per non parlare dei privati, che presumibilmente dovranno prima capire quali programmi finanzieranno e come.

La qualit del personale a tutti i livelli fondamentale per garantire una gestione efficace dei musei: il problema lesistenza di un personale adeguato, soprattutto quello dei ruoli tecnico-scientifici, gi da tempo largamente insufficienti e che a breve si ridurranno ulteriormente. Per questi ruoli il governo non ha previsto neanche in prospettiva nuovi ingressi: nel giro di poco tempo i neodirettori dovranno fronteggiare una drastica riduzione del personale e i pensionamenti non saranno compensati.

LAssociazione Bianchi Bandinelli con questintervento vuole aprire una discussione con altre associazioni e interlocutori interessati, auspicando fortemente unazione congiunta per richiedere una gestione appropriata di strutture che sono parti fondamentali del patrimonio nazionale.

Roma, 21 agosto 2015

http://www.bianchibandinelli.it/2015/08/21/musei-dietro-le-nomine-nessun-progetto-culturale/



news

27-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news