LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - Il Castelluccio potr essere riqualificato
di Francesco Piccolo
04 settembre 2015 La citt di Salerno



Il Castelluccio sar presto riqualificato. Dopo decenni di vane richieste, il proprietario del maniero che si erge a simbolo della citt di Battipaglia, Francesco Santese, ha infatti ottenuto dal Comune il necessario permesso per risanare il castello. Il noto imprenditore, che detiene la propriet del maniero in qualit di amministratore unico dell'azienda Marcovaldo srl, ora riqualificher a proprie spese i tre piani del castello, dotandolo anche di una nuova copertura per evitare il rischio di crolli o infiltrazioni d'acqua. Al fine di ottenere il tanto agognato permesso, firmato dal dirigente del settore tecnico comunale Giancarlo D'Aco, Santese ha fatto redigere un dettagliato piano di intervento dall'architetto Luigi Polini, versando al Comune circa 3.600 euro quale importo dovuto per oneri concessori ed ottenendo, lo scorso mese di luglio, l'approvazione del progetto da parte della Soprintendenza alle belle arti e ai paesaggi di Salerno ed Avellino. Quest'ultimo passaggio si reso necessario visto il vincolo di interesse storico-artistico sul Castelluccio, posto nel mese di giugno su decisione della Commissione regionale per il patrimonio culturale della Campania. Il procedimento era stato avviato a seguito della ferma presa di posizione assunta dalla commissione straordinaria al timone del comune di Battipaglia, che il 26 giugno dello scorso anno segnal l'ingiustificata assenza del vincolo sul bene simbolo della citt di Battipaglia alla stessa Soprintendenza, che a sua volta prontamente aveva avviato il relativo iter. Nella relazione erano state riconosciute origini molte antiche al nucleo storico dell'immobile, le cui prime notizie risalgono addirittura al secolo XI, come attestato da alcuni documenti dell'epoca, sebbene nel corso dei secoli, in particolare nei primi anni del '900, i diversi rimaneggiamenti strutturali e le sovrapposizioni di stili architettonici che caratterizzano attualmente l'intero complesso, hanno poi conferito allo stesso uno stile eclettico senza, tuttavia, alterarne l'interesse "culturale". L'intervento pubblico attuato aveva successivamente sottoposto a maggiore tutela il simbolo della citt di Battipaglia, gi significativo punto di riferimento per l'intera comunit locale, riconosciuto ufficialmente come bene idoneo a soddisfare l'interesse della collettivit. Il maniero fu acquistato dalla Marcovaldo srl nel 1979. Allora la struttura era abbandonata a se stessa e nel degrado. Per 35 anni, nessun progetto presentato dall'imprenditore Francesco Santese per una riqualificazione del Castelluccio era stato mai accolto dalle diverse amministrazioni comunali. Le richieste avanzate negli anni sono state innumerevoli (1985, 1989, 1994), sempre senza risposta. Cinque anni fa, l'ultimo vano sollecito inoltrato da Santese. Il quale present anche un ricorso per dichiarare illegittimo il vincolo richiesto dalla Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici, accolto dal Tar nel 2012 per un vizio di comunicazione. Stavolta, invece, il Comune ha approvato la volont di Santese di riqualificare il maniero.



news

27-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news