LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PISTOIA - Un grande museo della Resistenza in Santa Barbara
di Alessandra Tuci
13 settembre 2015 IL TIRRENO

PISTOIA Un museo del Risorgimento e della Resistenza a Pistoia ed anche oltre Pistoia all'interno della Fortezza Santa Barbara. Questa l'"utopia" (cos l'ha definita, obbligatoriamente tra virgolette) perseguita da Roberto Barontini, presidente dell'Istituto storico della Resistenza di Pistoia, e dagli altri soci. Non si pu lasciare abbandonato un edificio architettonico del genere, una delle attrazioni pi belle che la nostra citt vanta - spiega Barontini - Voglio ricordare la mostra per il centosessantesimo anniversario dell'unit d'Italia organizzata nella Fortezza proprio dall'Istituto storico con il contributo della Fondazione cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e della Polizia di stato. Una mostra meravigliosa, apprezzata da tutti, che per la prima volta ha visto l'edificio completamente illuminato ed imbandierato. Sono venuti studenti, cittadini, turisti. Quella stata la testimonianza che qualcosa si pu fare per recuperare la Fortezza e rivitalizzarla. Una riflessione sollevata da Barontini anche in relazione allo stato di abbondano in cui si trova la Fortezza medicea. Erbe e rampicanti spuntano ovunque dai vecchi mattoni dell'edificio tanto da far scaturire diversi commenti dei visitatori. Molto bella, peccato che la natura stia prevalendo troppo si pu leggere nel quaderno all'ingresso. Un'immagine poco appetitosa per coloro che decidono di visitarla. E pensare che si tratta di una delle pochissime fortezze medicee totalmente intatte e complete di tutti e quattro i bastioni. Oltre alle erbacce che dilagano dappertutto, poche sono anche le informazioni che si possono trovare su di essa: c' un solo cartello bilingue e sbiadito all'ingresso, senza alcun altra spiegazione all'interno su ci che si sta visitando. Il problema che la propriet del grande edificio dello Stato e la Sovrintendenza, che teoricamente dovrebbe occuparsene, deve dividere le poche risorse con le richieste di Prato e, soprattutto, di Firenze. Questa una delle piaghe peggiori della nostra citt - continua il presidente dell'Istituto storico - per questo vorremmo riaprire la discussione, approfittando dell'articolo che Il Tirreno ha fatto qualche giorno sullo stato di degrado in cui oggi versa la Fortezza. Ormai sono anni che cerchiamo di inserire questa struttura importantissima nell'immagine di Pistoia. Anche tre ministri dei beni culturali, ovvero Spadolini, Galasso e Biasini, visitando la Fortezza, assicurarono il loro appoggio a qualsiasi intervento di recupero. La fondazione Caript ha il grande merito di aver affrontato il problema stanziando a suo tempo un budget per la Fortezza, una somma piuttosto cospicua - spiega Barontini - Poi, non si sa per quale motivo, le trattative si sono arenate. Solo una volta l'anno l'esterno del plesso viene utilizzato per commemorare i "quattro ragazzi della Fortezza" (Alvaro Boccardi, Aldo Calugi, Lando Vinicio Giusfredi e Valoris Poli) che, rifiutando di arruolarsi all'esercito repubblichino, furono qui fucilati il 31 marzo 1944. Speriamo che qualcuno possa concretizzare la nostra utopia conclude Barontini.




news

25-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news