LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

«Il patrimonio museale passi all’Uti dell’Alto Isontino»
12 settembre 2015 IL MESSAGGERO VENETO


«L’accoglimento, da parte dell’assessore regionale Torrenti, dell’odg sui Musei provinciali presentato dal Pd e sottoscritto anche dal consigliere di Forza Italia Ziberna, che ha contestualmente ritirato il proprio ordine del giorno, può essere una svolta nell’acceso dibattito sul tema». A sottolinearlo è il capogruppo del Pd in consiglio comunale, Giuseppe Cingolani.

«Anche se gli indirizzi espressi nel documento sono abbastanza vaghi, è positivo che si esca da una sterile contrapposizione, per cercare insieme le soluzioni più efficaci. Un paletto che viene fissato nell’odg è la volontà di salvaguardare il legame col territorio del patrimonio storico-artistico e delle collezioni dei musei - sottolinea Cingolani -. Il modo migliore per concretizzare questo generico principio sarebbe quello di far passare la proprietà di tutto il patrimonio museale non alla Regione, ma a un ente locale, ad esempio all'Unione territoriale intercomunale dell’Alto Isontino. Così si spazzerebbe via ogni timore che il territorio possa perdere qualche pezzo del patrimonio. Affidare la proprietà all’Uti sarebbe anche più appropriato che cederla al solo Comune di Gorizia, dato che l’istituzione dei Musei provinciali avvenne nel 1861 ad opera della Dieta provinciale della Principesca Contea di Gorizia e Gradisca. Inoltre, si faciliterebbe la creazione di una rete museale di tutto l’Alto Isontino».

Per quanto riguarda la la gestione dei musei, secondo Cingolani «è necessaria una riflessione approfondita e libera da strumentalizzazioni politiche, che tenga conto dei pro e dei contro di un eventuale passaggio alla Regione o al Comune, o eventualmente all’Uti. Una possibile soluzione potrebbe essere quella di affidare la gestione dei musei ad un soggetto cui partecipino Regione, e Comune di Gorizia, oltre ad altri enti del territorio. Non a caso l’odg accolto da Torrenti cita l’esempio della gestione condivisa della
Galleria Spazzapan di Gradisca: in quel caso l'immobile è del Comune, la collezione permanente è della Fondazione Carigo, le spese di personale e funzionamento sono oggi a carico della Provincia e gli indirizzi gestionali condivisi sono affidati ad un comitato scientifico». (ch.s.)



news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news