LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - Spinosa ritorna a Capodimonte. Lex soprintendente nel cda che affiancher il nuovo direttore Bellenger
di Angelo Lomonaco
18 settembre 2015 CORRIERE DEL MEZZOGIORNO



Nicola Spinosa torna a Capodimonte. Dopo la lunga stagione al vertice, conclusa con il pensionamento nel 2009, lo storico soprintendente stato coinvolto nuovamente in virt della riforma voluta dal ministro Franceschini. La stessa legge in base alla quale come responsabile del museo nella Reggia sta per prendere servizio il francese Sylvain Bellenger prevede che ogni direttore sia affiancato da otto super esperti. Per il cda due li nomina il ministro della Cultura e altri due lo stesso ministro, ma dintesa con i colleghi dellIstruzione e dellEconomia; per il comitato scientifico, uno designato dal ministro, uno dal Consiglio superiore dei beni culturali, uno dalla Regione e uno dal Comune. I super esperti dovranno aiutare il direttore nei compiti fondamentali, dalla messa a punto dello statuto al progetto generale del museo stesso. Spinosa stato chiamato a rappresentare la Regione Campania. Sebastiano Maffettone e Patrizia Boldoni, i consulenti del governatore per la cultura, hanno fatto il suo nome a De Luca, che lo ha fatto contattare. Mercoled ho ricevuto una telefonata racconta Spinosa e ho parlato con Maffettone e con la segretaria del presidente, che mi ha chiesto di spedirle il mio curriculum. Mi ha fatto un po ridere, ma la burocrazia. De Luca non lho mai incontrato.

Quindi torna nel suo museo. contento?
A Capodimonte ci andrei in qualsiasi modo. A piedi e in auto, anche se si rischia di morire; in autobus, ma non si arriva, la fermata della metropolitana non c... Certamente conosco Capodimonte meglio di chi sta per arrivare. Ci ho trascorso quarantanni, di cui venticinque come soprintendente, dopo Bruno Molajoli e Raffaello Causa. Ora vedremo chi si trova e cosa si pu fare. Ma so bene che i problemi non sono soltanto dentro il museo.

A cosa si riferisce?
C un complesso problema urbano. Il Museo isolato e non bastano le navette, come ogni tanto dice qualcuno, perch a Napoli durano tre giorni e comunque finirebbero per rimanere bloccate nel traffico.

Quindi cosa proporrebbe?
Per prima cosa coinvolgerei la Regione e lo Stato. La metropolitana collinare passa proprio sotto il parco e c gi un progetto di fattibilit che fu anche sottoposto a Bassolino quando era governatore. Lui mi disse che la Lega aveva e avrebbe continuato a dire no. Per la linea che da Materdei va verso Miano, passa l, basterebbero unuscita e un tapis roulant, come a Parigi e a Londra. In questo modo Capodimonte sarebbe in collegamento con il Museo Archeologico e Palazzo Reale, sarebbe facile raggiungere San Martino, Castel SantElmo e la Floridiana.

Per le fermate della metropolitana costano parecchio.
Anche le mostre costano e non si possono mica fare ogni tre mesi. Comunque il metr resta. E aiuta anche a cambiare il quartiere. A Capodimonte non ci sono alberghi n bed & breakfast, i ristoranti sono pochissimi, non c uneconomia turistica che invece dovrebbe fiorire intorno a un museo molto importante che tra laltro sorge in mezzo a un grande parco. A Bilbao, quando stato realizzato il Guggenheim Museum, intorno sono sorti molti locali, il quartiere ha preso vita. Capodimonte invece unarea depressa e degradata.

E le risorse?
Inutile pensare che a Napoli le risorse le mettano i privati. un problema complesso ma risolvibile. Innanzitutto ci vogliono idee e risorse umane, poi anche risorse economiche. Si deve fare tutto con laiuto dello Stato, della Regione e del Comune. Per esempio, va affrontata la questione del personale, molti sono anziani e stanno per andare in pensione, ma il nuovo direttore deve sapere che per assumere qui dovr attenersi alla legge, cio dovr fare i concorsi.

Non teme che qualcuno le faccia notare che, come consulente scientifico, sta andando un po oltre i limiti del suo ruolo?
(ride) Dipende se si aspettano che un consulente scientifico dica che le opere di Masaccio, Tiziano, Caravaggio, Mattia Preti, Ribera si valorizzano illuminandole meglio o staccando pi biglietti, oppure che ragioni per renderne pi facile la fruizione, come per gli Uffizi a Firenze e il Louvre a Parigi.

Da quanto tempo manca da Capodimonte?
Da quando cera Vona, con il quale ho un rapporto pessimo perch ha distrutto la Soprintendenza creata da Raffaello Causa e poi da me. Da visitatore trovo una situazione non buona ma tutto sommato bastano pochi ritocchi e un po di manutenzione ben fatta. Certo c il problema del parco e ci sono problemi di sicurezza nella zona. Ma soprattutto si deve far arrivare le persone al museo e creare intorno i servizi aggiuntivi che tanto aggiuntivi non sono. Quanto alle mostre, ci sono le collezioni intorno alle quali organizzare grandi iniziative, non necessariamente mostre straniere. Ma al di l dei dipinti, ci sono le maioliche, i vetri. E larte contemporanea.

Quando comincer?
Bellenger dovrebbe prendere servizio il 2 novembre. Io intanto me ne vado in Francia e a New York.



news

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

05-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 5 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news