LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

I veri nemici della cultura nascosti dietro a quel decreto
di Tomaso Montanari
la Repubblica 20 settembre 2015

Di fronte allenorme spirale di polemiche innescata da una breve chiusura del Colosseo urgente porsi alcune domande. Perch si ritiene inaccettabile che un monumento chiuda a causa di unassemblea sindacale?



Di FRONTE allenorme spirale di polemiche innescata da una breve chiusura del Colosseo urgente porsi alcune domande.
Perch si ritiene inaccettabile che un monumento chiuda a causa di unassemblea sindacale (regolare e regolarmente annunciata) e si trova normale che la stessa cosa accada per una cena privata di milionari (si rammenti il caso di Ponte Vecchio, chiuso dallallora sindaco Renzi per unintera notte), o per una manifestazione commerciale (la sala di lettura della Nazionale
di Firenze chiuse per una sfilata di moda nel gennaio 2014)?
I diritti del mercato ci appaiono evidentemente pi importanti dei diritti dei lavoratori.
Ma in Europa non cos. Lanno scorso la Tour Eiffel chiuse per ben tre giorni, e la National Gallery di Londra aperta a singhiozzo da mesi per una dura lotta sindacale: nessuno ha
gridato che la Francia o lInghilterra sono ostaggio dei sindacati.
Il ministro Dario Franceschini ha detto che mentre i lavoratori erano in assemblea egli era impegnato al ministero dellEconomia proprio per riuscire a sbloccare il pagamento dei loro traordinari. E uno si chiede: ma lItalia ostaggio di coloro che, guadagnando circa 1000 euro al mese, chiedono di non aspettare mesi o anni per la retribuzione degli straordinari (che permettono le aperture domenicali e notturne), o
ostaggio della burocrazia che ha fatto s che Franceschini non sia riuscito a risolvere il problema in un anno e mezzo di governo? E perch il decreto durgenza adottato venerd non ha riguardato il pagamento dei lavoratori, ma invece il regime degli scioperi?
Un noto documento programmatico della banca daffari americana JPMorgan (giugno 2013) additava tra i problemi dei sistemi politici della periferia meridionale dellEuropa il fatto che le Costituzioni mostrano una forte influenza delle idee socialiste: bisognava dunque rimuovere, tra laltro, le tutele costituzionali dei diritti dei lavoratori e la licenza di protestare se vengono proposte sgradite modifiche dello status quo. Ebbene, crediamo davvero che sia questa la linea capace di far ripartire il Paese?
Non c alcun dubbio sul fatto che anche i sindacati abbiano le loro responsabilit nel pessimo funzionamento del ministero per i Beni culturali. Ma davvero caricaturale dire che in Italia il diritto alla cultura sia negato per colpa dei sindacati. Le biblioteche e gli archivi sono in punto di morte a causa della mancanza di fondi ordinari e di personale, destate i grandi musei chiudono perch non c laria condizionata,
nel centro di Napoli duecento chiese storiche sono chiuse dal 1980, due giorni fa caduto per incuria il tetto della mirabile chiesa di San Francesco a Pisa, dovera sepolto il Conte Ugolino...E si potrebbe continuare per pagine e pagine.
Questo immane sfascio non colpa dei sindacati: ma dei governi degli ultimi trentanni, nessuno escluso (neanche il presente, che ha appena tagliato di un terzo il personale del Mibact,
gi alla canna del gas).
Se davvero vogliamo che la cultura (e non solo il turismo pi blockbuster) diventi un servizio essenziale, come vorrebbe la Costituzione, allora non c che una strada: investire, in termini di capitali finanziari e umani. Quando gli italiani potranno davvero entrare nelle loro chiese, nei loro musei e nelle loro biblioteche (magari gratuitamente, o pagando secondo il reddito), e quando chi ci lavora avr una retribuzione equa e puntuale, allora avremo costruito un servizio pubblico essenziale. Un traguardo che pare molto lontano, impantanati come siamo in questo maledetto storytelling, che invece di
cambiare la realt, preferisce manipolare limmaginario collettivo.



news

27-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news