LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Esquilino, via al restyling fai da te I portici tornano a risplendere
VALENTINA LUPIA
22 novembre 2015 la repubblica




IN pochi conoscevano il vero colore dei marmi posati 135 anni fa sotto ai portici di piazza Vittorio Emanuele II, all'Esquilino. Ancora meno sapevano che le colonne non erano grigie, ma chiare e che le grandi pietre sotto queste erano originariamente di un colore rosastro e non nero. Non si tratta di una lezione di storia o archeologia, ma dell'ultimo appuntamento di ramazze fai-da-te che nella mattinata ieri ha animato la storica piazza del I municipio e che ha coinvolto oltre 100 persone tra cittadini di tutte le età, commercianti e volontari dell'Enpam, l'ente nazionale previdenza e assistenza medici.

Nonostante le condizioni metereologiche avverse, l'appuntamento con Ama Decoro, Pics, Retake e I municipio è stato alle 8.30 davanti al civico 78 per la distribuzione di pettorine colorate, di raschietti per staccare adesivi e gomme da masticare, di scope e di strofinacci per pulire e di solventi e detersivi — finanziati dall'Enpam — per riportare alla luce i colori originari di marmi e pietre.

Alle ore 9 i volontari erano "armati" e pronti per cominciare la giornata di decoro: si sono sparpagliati per tutti e quattro i portici di piazza Vittorio Emanuele II, coinvolgendo anche i commercianti dei negozi — sia asiatici che italiani — che in molti casi hanno impugnato la scopa e si sono uniti al gruppo di "retakers". D'altronde «sono quattro i pilastri fondamentali per una collaborazione perfetta — spiega Rebecca Spitzmiller, fondatrice di Retake Roma — cittadini, istituzioni, commercianti e tutto ciò che rimane tra enti, fondazioni, associazioni».

Di quest'ultima categoria fa parte l'Enpam. «L'idea di essere più presenti sul territorio è stata del presidente Alberto Oliveti — racconta Gabriele Discepoli dalla fondazione — vogliamo continuare a dare il nostro contributo: ieri abbiamo dimostrato che anche un degrado accumulato per anni si può cancellare in pochi minuti. Inoltre stiamo lanciando un calendario di iniziative: una volta al mese parteciperemo al retake, ma proporremo anche incontri di prevenzione e ricerca medica».

Presenti all'iniziativa anche il direttore generale dell'Ama, Alessandro Filippi, e il viceprefetto Fabio Maurano, a cui è affidato il coordinamento delle zone Termini ed Esquilino. «In effetti retake sta cambiando volto — ha spiegato Sabrina Alfonsi, presidente del I municipio, che ha impugnato la scopa insieme ai volontari — prima gli eventi erano organizzati da Retake e noi facevamo solo da raccordo. Ora stiamo lavorando a una convezione tra Ama Decoro e Retake, con lo scopo di mettere in campo un'azione costante. Ma a un intervento straordinario devono seguirne altri ordinari: per questo stiamo ipotizzando di inserire sul sito web dell'Ama un calendario con gli appuntamenti di pulizia partecipata ».





news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news