LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

AQUILEIA-Il Bardo porta ad Aquileia i tesori feriti dai terroristi
Pier Francesco Borgia
www.ilgiornale.it, 03/12/2015

Era il 18 marzo quando un gruppo di terroristi islamici entrato all'interno del Museo del Bardo di Tunisi seminando morte e distruzione. Nove mesi dopo quella sanguinosa ferita, per, il polo museale tunisino torna protagonista in una pagina virtuosa del nostro presente grazie all'intuizione dei responsabili della Fondazione Aquileia. Alcuni dei suoi preziosi capolavori, testimonianze di epoca romana, saranno infatti esposti da domenica (e fino al prossimo 31 gennaio) al Museo archeologico nazionale di Aquileia.Il Bardo ad Aquileia il primo capitolo di un progetto pi ampio dal titolo Archeologia ferita. La Fondazione intende infatti combattere con le armi del dialogo, della tolleranza e della cultura contro l'iconoclastia terroristica di matrice islamica che sta facendo scempio in Medio Oriente e nel Nord Africa delle testimonianze di antiche civilt. Oggi il polo museale di Aquileia una piccola realt. Per il significato della scelta del luogo molto profondo. Aquileia stata per secoli un crocevia di razze, un luogo dove il confronto di civilt stato prolifico e dove comunit le pi differenti (ebrei, romani, greci e alessandrini) hanno saputo convivere. Per secoli sede di Patriarcato, oggi si fa cornice ideale per questa trasferta tunisina. D'altronde i due musei (Bardo e Aquileia) sono perfettamente coetanei (134 anni) e conservano al loro interno tesori di area romana dello stesso periodo. L'esposizione intende rappresentare dunque uno spaccato dell'arte e dell'alto artigianato delle province africane in et romana tra il I e il III secolo d.C.Si va dal mosaico della dea Cerere ritrovato a Uthina (cos simile a tante personificazioni dell'Estate presenti nei mosaici di Aquileia), per passare ai mosaici di lottatori nudi in presa provenienti dal tepidarium delle terme di Gigthis, dalla testa dell'imperatore Lucio Vero (forse il pezzo pi popolare del Bardo e comunque un esempio tra i pi raffinati della statuaria romana), alla raffigurazione del dio Giove e alla stele funeraria di Marcus Licinius Fidelis, soldato originario di Lione morto a 32 anni - dopo 16 anni di onorata carriera militare nelle file della III Legione Augusta - e sepolto ad Ammaedara (oggi Hadra).Il piccolo gruppo di opere - otto in tutto - si completa con le ceramiche rinvenute nelle necropoli di El Aouja. Esempi di una produzione artigianale di ceramica da mensa molto raffinata e altrettanto popolare, che invase il mercato mediterraneo quasi da leader del settore.Come bene spiegano Antonio Zanardi Landi e Cristiano Tiussi (rispettivamente presidente e direttore della Fondazione Aquileia), l'idea quella di portare nella perla friulana testimonianze e reperti provenienti da siti e musei devastati dal fanatismo iconoclasta, che in questi anni si accanito in territori gi devastati dalla guerra civile, come l'Irak e la Siria. Insomma l'iniziativa parte integrante di una battaglia culturale che vuole dimostrare che la tolleranza non solo virtuosa di per s, ma porta benessere. Ancora difficile, invece, immaginare quali saranno le prossime tappe del progetto Archeologia ferita. Il nostro obiettivo portare qui opere di luoghi - spiega Zanardi Landi - dove purtroppo le priorit in questo momento sono altre.Nel caso della mostra, che si apre domenica, c' da sottolineare che i responsabili del Bardo di Tunisi hanno prestato le opere a titolo gratuito, vista anche l'importanza simbolica dell'operazione. I costi poi, come ricorda ancora il presidente della Fondazione, sono interamente a carico degli sponsor (circa 140mila euro).Ci sono delle mostre - commenta il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini - che sono importanti, oltre al valore scientifico, anche per il messaggio che trasmettono. L'obiettivo non solo ricordare un periodo di fertile convivenza tra le due sponde del Mediterraneo, ma anche far comprendere quanto la matrice culturale dei nostri Paesi sia comune, vicina e interconnessa.



news

01-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news