LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - Monsummano Alto, progetto dimenticato
Luca Signorini
02 gennaio 2016 IL TIRRENO




MONSUMMANO Giace da qualche parte in un ufficio della Regione Toscana (a questo punto quasi dimenticata), la richiesta di costituzione dell'Area naturale protetta di interesse locale per il colle di Monsummano Alto. La proposta, dopo l'approvazione del consiglio comunale, era stata inviata a Firenze nell'aprile 2014. Oltre un anno e mezzo dopo non è arrivata ancora nessuna risposta. E in Comune sale un po' di sconforto per questo ritardo, che non è stato accompagnato da alcuna spiegazione, perlomeno ufficiale. L'Anpil non è solo un titolo, ma (se fosse riconosciuto) potrebbe aprire la strada a finanziamenti esterni con l'obiettivo di tutelare e valorizzare a fini storici e turistici i 340 metri di altezza del borgo storico e il suo paesaggio, la cinta muraria e la chiesa romanico-gotica di San Nicolao. E tra l'altro ci sono già pronti lo studio di fattibilità per l'attuazione degli interventi considerati necessari (redatto dal Centro di ricerca del Padule di Fucecchio al costo di 15.000 euro) e una bozza di regolamento con relativi divieti da applicare, tutto per la conservazione di quest'area dal grande valore architettonico e naturalistico. Sarebbero cinque gli elementi prioritari dell'Anpil, circuito che consentirebbe la valorizzazione del colle e il suo rilancio grazie a contributi pubblici: gli interventi per il ripristino degli habitat naturali presenti, il miglioramento della fruizione con una rete di escursioni e sentieri da promuovere e integrare (collegata con le vicine Cave, con le terme di Grotta Giusti, con le colline del Montalbano, Montevettolini, il Poggio alla Guardia e il Padule di Fucecchio), oltre alla puntuale sorveglianza, al monitoraggio e al controllo continuo dell'area e, infine, alle necessarie iniziative pubblicitarie e promozionali. Ma se l'Anpil attende ancora un cenno da parte della Regione, è il Comune stesso che ha glissato su un progetto di recupero per Monsummano Alto, presentato nel marzo scorso su iniziativa di Rodolfo Cioni, portavoce del Movimento 5 Stelle cittadino, che ha incaricato un gruppo di esperti di studiare un piano per la rinascita del colle, sempre più abbandonato al suo destino. Erano indicate le fasi d'intervento previste: dal recupero del verde, della pavimentazione e dei ruderi, all'arredo urbano, fino alla valorizzazione con cartellonistica, illuminazione e area salute. Insieme alla stima dei costi da sostenere (e ai tempi). La documentazione era stata inviata al sindaco Rinaldo Vanni, alla Soprintendenza per i beni storici e paesaggistici e alla curia vescovile di Pescia. Ma da nove mesi a questa parte non se ne è saputo più nulla. Come del resto dell'Anpil.




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news