LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BOLOGNA - Conte rilancia "Orari più lunghi in tutti i musei"
ELEONORA CAPELLI
02 gennaio 2016 LA REPUBBLICA



IL responsabile della cultura della giunta Merola inizia il nuovo anno con una "lista" di cose da fare, come accade a molte persone. Nel suo caso però non si tratta di buoni propositi, ma di impegni per questo "scorcio" di mandato. Con uno sguardo anche ai prossimi anni, dopo le amministrative.

Assessore Conte, lei è arrivato in Comune due mesi fa dopo che il sindaco Merola ha ritirato le deleghe ad Alberto Ronchi. Come giudica il "format del Capodanno ideato dal suo predecessore?

«È un modello rodato che ha funzionato bene, che valorizza le straordinarie competenze che ci sono nell'amministrazione.

La notte del 31 dicembre abbiamo visto una piazza con 30 mila persone, colorata e tranquilla. Un evento che è stato gestito bene dai tecnici del settore cultura e dai rappresentanti delle forze dell'ordine, sicurezza e tranquillità in questo periodo non sono cose scontate. Anche il dj ha percepito la bellezza della piazza e aveva voglia di andare avanti. Il modello trovato in questi anni dal Comune è straordinario, fa risaltare persino i palazzi della piazza».

Qual è ora la sua priorità per il 2016?

«La cosa più urgente è rendere il patrimonio culturale più accessibile possibile a tutti i cittadini, ai turisti e agli stranieri e ai disabili o a persone con difficoltà motorie. Questo si traduce immediatamente in orari di apertura più lunghi per musei e biblioteche. Poi sono tanti gli ambiti su cui intervenire, non si può toccare un solo aspetto, è un lavoro complesso. La città è già a buoni livelli di ricchezza espositiva, ma bisogna lavorare ancora di più nella direzione di rendere il patrimonio disponibile più accessibile, con una rimodulazione dei servizi per renderli più adeguati».

Perché avverte questa urgenza?

«Perché c'è un fabbisogno culturale cui bisogna dare una risposta. I dati sulle presenze in Sala Borsa quando rimane aperta la domenica evidenziano che le persone in centro vogliono usufruire di opportunità culturali, non solo dei negozi. L'originalità della città è quella di uno sviluppo culturale sostenibile. Il nostro sviluppo economico cioè ha radici profonde nell'offerta culturale».

Pensa che i 2016 sarà un buon anno anche per i lavoratori del Teatro Comunale, dopo che si è parlato di esuberi e di conti difficili da far quadrare?

«Nel 2016 dovremo lavorare tantissimo e i lavoratori del Comunale non si sono mai tirati indietro. Lavorare insieme è il mio augurio per tutti gli operatori, il Comunale ha senso in una città culturalmente vivace. Anche in questo caso, il Comunale diventa strategico se più accessibile per tutti ».

Assessore, lei si candiderà alle amministrative?

«I miei sono ragionamenti di prospettiva, lavoriamo con una programmazione di più anni. Sono al servizio della città, vedremo».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news