LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Il Cupolone è fragile. La Galleria prepara un restauro verticale
Paola D’Amico
Corriere della Sera - Milano 4/1/2016

Ci sono 4 milioni di euro per il restauro della cupola e dei soffitti tutto acciaio e vetri della Galleria Vittorio Emanuele. Prima di sostituire la copertura, sarà avviato uno studio su uno dei bracci più corti, per capire se l’intelaiatura può reggere i nuovi vetri.

Per costruire il Cupolone, fu utilizzata un’ingegnosa impalcatura mobile. E molto ingegno occorrerà a breve quando si avvierà il restauro dell’intera copertura di ferro e vetri della Galleria Vittorio Emanuele.
Il bilancio dei Lavori pubblici ha stanziato quattro milioni di euro per il rifacimento del soffitto del Salotto di Milano, che include un progetto d’indagine sulle strutture portanti. Nel lungo e meticoloso lavoro di studio che ha preceduto il restauro del corpo di fabbrica, dei 2.500 metri quadrati di pavimento decorato, degli stucchi, dell’arco trionfale, attraverso la rilettura dei documenti del progettista Giuseppe Mengoni, nulla è stato trovato in relazione ai soffitti di vetro. Ad eccezione delle immagini in bianco e nero scattate in corso d’opera sul cantiere. I vetri sono quelli originali e «sappiamo che non sono più adeguati alle misure di sicurezza attuali — conferma l’assessore Carmela Rozza —. Per questo, occorrerà capire se la struttura è in grado di reggerne di nuovi, più pesanti, oppure se sarà necessario riprodurli come in origine. E, trattandosi di una grande quantità in metri quadri, è possibile che predisporre una produzione ad hoc ». Lo studio preliminare sarà avviato su uno dei bracci più corti della Galleria.
Le notizie sulla grande cupola e sulla copertura in vetro dell’Ottagono sono minime ma immortalate dalle cronache dell’epoca. Il 16 giugno del 1874, otto anni dopo l’inaugurazione, una grandinata mandò in frantumi una parte dei cristalli del rivestimento. I cronisti del tempo, come ricorda Stefano Zuffi nel libro «Galleria Vittorio Emanuele» (ed. Feltrinelli) appena dato alle stampe, annotarono che i «chicchi erano grossi come uova». Per tre giorni non si potrà entrare in Galleria, racconta Zuffi, «ci sono lastre pericolanti, tutta la copertura di 93mila metri quadrati deve essere messa in sicurezza, si rinnovano le critiche dei detrattori del Mengoni».
Gli edifici al rustico della Galleria erano stati completati nel 1866, due anni dopo l’avvio del cantiere. E nel gennaio 1867 era iniziata la realizzazione della copertura: prima la tettoia, quindi la grande cupola centrale. Un’armatura in ferro e ghisa con elementi prefabbricati forniti dalla ditta francese Henri Joret e lastre di vetro rigato. La Galleria era passata immune dal primo conflitto mondiale, in pieno periodo bellico aveva continuato ad essere abbellita — vedi il Camparino con arredi di art nouveau, bancone in ebanisteria intarsiato e mosaici con pappagallini — ma fu devastata dai bombardamenti dell’agosto 1943.
I restauri cominceranno solo tre anni dopo la fine della guerra. Rimossi i detriti, messe in sicurezza le strutture, la Galleria appare come un minuto dopo i bombardamenti. Colossale la ricostruzione: per la copertura servono 8.800 metri quadrati di vetro retinato, per le armature 1.580 quintali di ferro. La città dedica il restauro al cardinal Montini, futuro Paolo VI. Simbolica la fine lavori: 7 dicembre 1955.





news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news