LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Cremona. Crollo nella recinzione della villa dove visse la «Dama con l’ermellino»
Gilberto Bazoli
Corriere della Sera - Milano 5/1/2016

Cecilia Gallerani fu la musa di Leonardo. Il sindaco: ogni anno almeno tre cedimenti

CREMONA. La musa di Leonardo da Vinci perde i pezzi. Il muro intorno a Villa Medici del Vascello a san Giovanni in Croce, la splendida dimora di Cecilia Gallerani (la Dama con l’ermellino ritratta dal grande artista), è crollato. Un cedimento strutturale dovuto al maltempo e alla vetustà del manufatto, eretto nel 1928, che per un brave tratto è collassato su se stesso.
Nessun problema alle persone e nessun allarmismo da parte degli amministratori, che sono subito corsi ai ripari transennando la zona. «Ci abbiamo fatto l’abitudine: ogni anno si verificano una media di tre episodi del genere», dice Pierluigi Asinari, sindaco e docente all’Università di Torino. Il primo cittadino non è preoccupato ma, allo stesso tempo, non sottovaluta la situazione. «La muraglia è in condizioni pessime. Abbiamo già pronto uno studio di fattibilità che prevede il ricorso a inferriate sul modello del parco Ducale di Parma. La cinta è vincolata e, quindi, dovremmo ricostruirla com’è ma non siamo in grado di sostenere da soli i costi. Non è difficile, per fortuna, trovare contributi per restaurare l’immobile mentre — e lo capisco — lo è quando si chiede per la piccola muraglia che lo circonda. Dopo le feste consegneremo un dossier alla Sovrintendenza».
La caduta dei mattoni è compensata da una notizia positiva: i 500 mila euro a fondo perduti stanziati di recente dallo Stato e dalla Cariplo per sistemare l’ala est dell’edificio, interamente messo in sicurezza. I lavori partiranno a febbraio e si concluderanno entro il 2016. «Saranno così visitabili un’altra quindicina di stanze: ospiteranno installazioni multimediali che coniugheranno arte e tecnologia», anticipa il sindaco. In tutto le camere sono più di 80, 15 delle quali, al piano nobile, già ristrutturate. La rocca, edificata nel 1407 e ora di proprietà del Comune che l’ha acquistata grazie al fondo del cinque per mille, è stata chiusa per molto tempo e aperta ufficialmente nel maggio 2014, dopo un lungo restyling. Non tutti lo sanno ma dietro quelle pareti ha vissuto la Dama con l’Ermellino (1473-1533) che ha ispirato Leonardo da Vinci per il quadro, conservato a Cracovia. «Nel 2015 abbiamo avuto 15.000 presenze, ancor meglio del 2014», rivendica con orgoglio Danio Asinari, uno della cinquantina di volontari che, come guida o come giardiniere o altro, si danno da fare. È considerato lo storico perché sa tutto di Cecilia Gallerani, della sua dimora e anche degli altri ospiti (come la nobile amata dal ras di Cremona Roberto Farinacci).
La villa con il suo magnifico parco di 11 ettari all’inglese è diventata una location per convegni scientifici, cene rinascimentali, battaglie in costume e matrimoni.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news