LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Toscana. Cultura, il tesoretto di Roma
Cinzia Colosimo
Corriere Fiorentino 5/1/2016

Alla Toscana 20 milioni: dall’Opificio all’Accademia, dalle Mura di Siena alla Certosa di Calci

Venti milioni di euro per venti interventi: da Roma sono arrivati nuovi fondi per la tutela ed il restauro di alcune delle strutture simbolo della regione. Dalle mura di Siena alla Certosa di Calci, dall’Accademia alla villa romana di Giannutri. Tutti fondi del ministero della cultura per progetti specifici che hanno sorpreso sindaci e funzionari.

Venti milioni per venti interventi. Non soldi distribuiti a pioggia, ma pesati sui singoli progetti e ritagliati proprio sulla misura espressa dalla soprintendenza regionale dei beni culturali. Il piano triennale del ministro Franceschini dà il via libera a fondi consistenti, talvolta inattesi. «La cultura torna al centro della politica nazionale — ha detto il ministro annunciando la firma del provvedimento —Dall’arte all’archeologia, dalle biblioteche agli archivi, dai musei alle eccellenze del restauro, non c’è settore che non stia ricevendo un impulso significativo».
Lista dei desideri praticamente esaurita a Firenze , che oltre a vedere 550 mila euro in più per la Biblioteca Nazionale, alla quale vanno 3,5 milioni, riceverà un altro milione e mezzo per la nuova uscita del museo delle Cappelle Medicee e il consolidamento della sala gessi della Galleria dell’Accademia. Questi ultimi «del tutto inaspettati», commenta il segretario regionale della sovrintendenza Paola Grifoni. E che si aggiungono agli interventi per il Museo Archeologico (1,9 milioni), al museo di San Marco (370 mila euro) , sulle ville Medicea a Petraia e Corsini a Castello (200 mila euro). «Ci hanno dato tutto quello che avevamo chiesto», dice Grifoni, «siamo più che soddisfatti perché il piano è conforme agli indirizzi dati dalla sovrintendenza regionale, che conosce le priorità». Certo, aggiunge la sovrintendente, «con i fondi aspettiamo il concorso con urgenza: si apre una stagione di grandi lavori e servirà personale qualificato per portarli avanti. Con l’attuale carenza di personale sarebbe una mole insostenibile». I lavori riguarderanno infatti tutta la regione; ci sono interventi necessari, come quello all’eremo di Camaldoli a Poppi (Arezzo) dove crolla il tetto, e strategici, come quello sul Museo Casa Giusti a Monsummano Terme (Pistoia), e l’adeguamento della Biblioteca Universitaria di Pisa all’interno della Sapienza.
L’Opificio
Un’inversione di tendenza per Marco Ciatti, direttore dell’Opificio delle pietre dure di Firenze, che dal Mibact ha ottenuto oltre 1 milione di euro per la prevenzione del rischio incendi e la climatizzazione, anche della sede della Fortezza. «Sono molto lieto dell’attenzione che il ministero sta riservando al nostro istituto — commenta — e assicuro un impegno all’altezza della ricca la tradizione fiorentina del restauro». Uno stanziamento completo e inaspettato: «Aiuterà a potenziare e costruirne il futuro. Avevamo bisogno di questi segnali».
La Biblioteca Nazionale
Da tempo si attendeva la risposta all’urgenza di restauro e ristrutturazione dell’intero complesso della Biblioteca di piazza Cavalleggeri, e ora arrivano 3,5 milioni di euro. I soldi in più serveranno a sistemare in modo più consono parte delle raccolte moderne in continua crescita per il deposito legale e a risolvere le gravi carenze di spazi.
La Certosa di Calci
Al complesso che raccoglie il Museo di Storia Naturale e la chiesa del convento vanno 2,1 milioni di euro per le coperture, le superfici dipinte, i chiostri, la chiesa, le cappelle, e lo scalone monumentale del museo. Attesi da tempo, riaccendono l’eco di una sentita campagna che ha portato la Certosa al secondo posto nei «Luoghi del cuore» del Fai. Lo stesso ministro Franceschini l’ha visitata lo scorso aprile, «prendendo consapevolezza dell’urgenza», dice il sindaco di Calci Massimiliano Ghimenti, «e ora, dopo 15 anni, vediamo finalmente uno stanziamento serio, di rilancio».
Le mura di Siena
Soddisfatto il sindaco di Siena Bruno Valentini alla conferma dei 2,2 milioni di euro per il restauro della cinta muraria: «Una grande notizia», ha scritto su Facebook, chiamando la soprintendenza ad un’azione «per ripulire e restaurare prima possibile». E augurando: «Spero che tutti i senesi esultino, per una volta senza polemiche o bandiere politiche».
La villa romana a Giannutri
Il sindaco dell’Isola del Giglio Sergio Ortelli spera in una stagione nuova per la villa romana di Giannutri. Al centro di un’area molto estesa che copre quasi la totalità dell’isola, negli anni ha subito il degrado per la sovrapposizione di competenze. Lo scorso anno il tavolo fra gli enti ha prodotto i primi importante risultati, con la messa in sicurezza di alcune parti della villa e l’apertura al pubblico. «Già la riapertura estiva ci ha dato prova che il turismo culturale funziona e va sostenuto», dice Ortelli. «Ora il milione di euro stanziato — conclude — può davvero permetterci di recuperare la villa e rilanciare il sistema turistico delle isole, prendendoci anche cura del nostro patrimonio».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news