LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Domeniche al museo. Una strategia culturale e le ragioni del suo successo
Filippo del Corno*
Corriere della Sera 7/1/2016

* Assessore alla Cultura del Comune di Milano

Caro direttore, il successo di «Domenica al Museo» ha generato il sospetto che questo sia dovuto solo alla gratuità e che l’amore per l’arte sbocci solo quando non si paga. E’ necessario fare invece una riflessione più approfondita per valutare il valore strategico dell’iniziativa: i dati rilevano che, da quando sono state istituite le domeniche gratuite ai musei, sono cresciuti in maniera sensibile i visitatori anche nelle giornate in cui vige la normale tariffa.
La gratuità è un invito a sperimentare l’esperienza della visita al museo, senza alcuna barriera d’accesso. La «Domenica al Museo» rappresenta un’opportunità data a chi, non frequentando abitualmente i luoghi dell’arte, se ne è sempre sentito escluso per ragioni di ordine sociale, culturale, economico. L’emozione di trovarsi di fronte a grandi capolavori, la possibilità di condividere nuovi saperi e conoscenze insieme alla propria famiglia o ai propri amici, creano spesso il desiderio di ripetere questa esperienza. La visita del museo si rivela un piacere e si trasforma in una delle molteplici ritualità sociali dove appare poi quindi normale e comprensibile acquistare un biglietto. Si viene a toccare così un altro punto determinante nel dibattito pubblico sulla gratuità delle «Domeniche al Museo»: alcune voci reclamano la totale gratuità d’accesso a musei e luoghi della cultura. Anche in questo caso si deve meglio approfondire come, proprio in tempi in cui il termine sostenibilità viene declinato come ingrediente essenziale per qualsiasi scelta riguardante il futuro, l’offerta culturale sia sostenibile per la comunità proprio anche grazie ai ricavi delle biglietterie e dei servizi accessori degli istituti museali.
Milano è stata la prima città ad aderire con i musei civici all’iniziativa del ministero. L’analisi dei dati conferma l’andamento nazionale: il numero complessivo dei visitatori nel corso dell’anno è cresciuto esponenzialmente, generando un virtuoso incremento dell’introito complessivo dei biglietti venduti. Ma soprattutto si è sperimentato concretamente come queste iniziative abbiano favorito sviluppo e inclusione sociale, offrendo cultura e conoscenza soprattutto a chi ne era sempre stato tenuto ai margini. A partire da questa consapevolezza abbiamo voluto allargare anche al mondo dello spettacolo la buona pratica della «gratuità» come forma di invito, in collaborazione con il sistema dei teatri cittadini e la Fondazione cineteca. Abbiamo rivolto l’attenzione soprattutto ai giovani e ai cittadini di seconda generazione, che, statisticamente, non mettono piede in teatri o sale cinematografiche. Anche in questo caso il prezzo del biglietto viene percepito come una prima barriera di esclusione, rimossa la quale la sperimentazione del piacere che può derivare da un bello spettacolo o da un buon film su schermo produce il desiderio di ripetere l’esperienza e di socializzarla con la propria comunità di riferimento. A questo punto pagare un biglietto, ovviamente se a prezzi abbordabili, non costituisce più un ostacolo.
Un’offerta culturale accessibile e sostenibile è elemento imprescindibile di sviluppo se e solo se riesce ad essere inclusiva verso gli strati di società dove finora risulta assente: la vera frontiera delle politiche culturali nell’immediato futuro risiede nelle strategie di stimolo alla domanda di cultura e allargamento del pubblico. Come generare desiderio di bellezza e di sapere in coloro che spesso non hanno neanche mai avuto un’occasione di incontro con l’arte, la musica, il teatro? Le «Domeniche al Museo» rappresentano una risposta efficace, a cui devono seguire altre e nuove iniziative perché il patrimonio cognitivo della nostra comunità cresca grazie al lievito della cultura.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news