LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Calatrava, in Spagna i ponti «gemelli» coperti da passerelle anti-ghiaccio
Fabio Bozzato
Corriere del Veneto 8/1/2016

Si pattina anche a Bilbao e Murcia: «Ma noi ora usiamo la moquette»

VENEZIA. È dal 1997 che a Bilbao ci fanno i conti col ponte di Santiago Calatrava. E con gli stessi problemi che soffre quello a Venezia. Dopo un numero imprecisato di persone scivolate e cadute, nel 2006 una soluzione l’hanno trovata: foderare il pavimento di vetro con un tappeto. «Una soluzione casalinga - la definisce ridendo Alberto Santana, docente all’università Uned di Vergara nei Paesi Baschi - Non c’è più il pavimento traslucido, che dava la sensazione di camminare sul vuoto, punto forte del design del ponte. Ma era impraticabile». Per non parlare della manutenzione. Il famoso progettista non l’ha mai presa bene. A far precipitare le cose è stato poi il via libera del Comune all’architetto Arata Isozaki di realizzare una passerella che unisse il ponte maledetto, chiamato Zuziburi, con il Paseo de la Torres Isozaki Atea, perché mancava un passaggio sulla sponda sud del fiume Nervion. Apriti cielo. Calatrava lo considerò un doppio affronto. Ne fu così turbato che nel 2007 denunciò il Comune in nome del diritto d’autore e dell’integrità della sua opera, chiedendo i danni morali. In tribunale, la città richiamò invece la superiorità dell’interesse comune. La battaglia legale, durata due anni, finì con il via libera alla passerella ma accordando all’architetto valenciano un indennizzo di 30 mila euro (ne aveva chiesti 3 milioni) che lui donò, ad un’opera pia, la Casa de Misericordia de Bilbao. Il problema è che in ogni città dove Calatrava ha lasciato la firma ci sono state grane. A Murcia (Spagna meridionale), ad esempio. Le mattonelle di vetro della Pasarela sul Rio Segura si rompevano così spesso che era diventato ad un certo punto pericoloso camminarci. Anche qui, la scelta è caduta su 280 metri quadri di tappeto in fibra di pvc, «capace - come si legge nell’atto della giunta del 2012 - di impedire che l’acqua della pioggia si accumuli. Ha il vantaggio che può essere ritirato con facilità e non risulta aggressivo per gli elementi del ponte». Costo: 42 mila euro più Iva. «Calatrava ha idee che sono belle sulla carta - riflette Santana - Ma evita dei punti fondamentali per un architetto: non vede il contesto né ha il senso dei luoghi dove opera, non ha alcuna sensibilità per i dettagli e le soluzioni funzionali». Perché dunque errori così madornali? «Perché Calatrava nel progettare è un paracadutista: lancia il progetto e non è mai lì». Affidare un ponte a Calatrava? Il docente basco ha un paio di consigli: «Pensarci bene prima». E poi: «Obbligarlo a dirigere i lavori, stare lì sul posto. E magari mettere sul contratto alcune clausole di garanzia».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news