LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - Stanze vuote e silenzi il grande imbarazzo di impiegati e portieri
RORY CAPPELLI
09 gennaio 2016 LA REPUBBLICA



Pochi visitatori alla mostra sulle foto di Zavattini E c'è chi dice: "Queste cose le fanno un po' tutti"



LODEN, sciarpa gialla e borsa in cuoio sformata dal peso dei libri, il funzionario ministeriale in visita al Museo di arti e tradizioni popolari vola giù dalle scale lasciandosi dietro una scia di: «Non so, non posso parlare, vada dall'addetta alla biglietteria, lei di certo può raccontarle qualcosa più di me». All'indomani dell'inchiesta di carabinieri e procura su uno dei musei più amati dalle scuole, nell'edificio mussoliniano all'Eur, proprio davanti al palazzo dei Congressi e alla pista di ghiaccio, qualche metro dopo le gallerie dove i ragazzi si allenano con lo skateboard, i colleghi dei funzionari sospesi sono ancora sotto shock. «Non mi faccia parlare» dice una custode. «Anzi: non posso». Nelle sale — tra pupi siciliani, video girati nelle malghe, magnifici presepi, gondole vere e modellini di navi, insegne inizi Novecento dei sali e tabacchi - c'è solo qualche sparuta manciata di visitatori gettata qua e là. Una ragazza sorridendo scatta foto a tutto spiano. In quattro sostano in una delle tre sale che ospita la mostra — bellissima — dedicata alle fotografie — tutte in bianco e nero — di Arturo Zavattini. Neanche un custode, non uno straccio di impiegato, niente. Le luci sono spente; si accendono automaticamente quando si passa. In fondo alla sala dei costumi regionali, di fianco a un prezioso presepe napoletano, siede una guardia: «Sono volontaria, dei carabinieri: ma, guardi, non so proprio niente».

Oltre il magnifico scalone, oltre le grandi macchine da processione, ecco l'ingresso agli uffici: un altro funzionario passa quasi correndo; non si ferma; alle domande risponde guardando avanti; e non si capisce quello che dice. Ma poi un collega degli indagati: «Comunque queste cose le fanno ovunque: basta pensare a Sanremo. I nove? Certo che li conosco, lavoro qui da tanti anni, ormai tra pensionamenti e tagli siamo rimasti in pochi. Quanti? Non so, una cinquantina, forse, tutti laggiù, in quegli uffici». Gli uffici si trovano su un piano che si affaccia sulla piazza. Una piazza lontana dal ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, che ora ha avviato «un procedimento disciplinare» nei confronti dei suoi dipendenti.

L'addetta alla biglietteria ha l'aria scura e da rimprovero: «Non le dico niente. Non c'è niente da dire. Piuttosto, lasci un commento sulla mostra di Zavattini, visto che le è piaciuta ».




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news