LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La promozione di Aquileia sbarca a Teheran
09 gennaio 2016 IL MESSAGGERO VENETO



TRIESTE Non soltanto rapporti strettamente economici e collaborazioni in campo scientifico, ma anche nuove "rotte" commerciali e contatti nel settore culturale animeranno la missione del Friuli Venezia Giulia, guidata dalla presidente Debora Serracchiani, che si svilupperà da domenica a Teheran, capitale dell'Iran. Il raddoppio del canale di Suez (dallo scorso agosto), ma soprattutto le relazioni Ro-Ro tra il porto di Trieste e gli scali turchi sul Mediterraneo rappresentano infatti la chiave per sviluppare delle connessioni commerciali tra il Friuli Venezia Giulia e l'Iran, "sfruttando", appunto, la piattaforma-Turchia. Ed è in questo contesto, che la presidente Serracchiani e il commissario dell'Autorità portuale di Trieste, Zeno D'Agostino, illustreranno nella capitale iraniana la posizione strategica dello scalo marittimo giuliano, andando soprattutto a verificare, come ha ricordato lo stesso D'Agostino, i nuovi interessi della repubblica islamica per stringere in prospettive nuove connessioni in termini di traffico Ro-Ro (cioè di traghetti) e container facendo perno sui porti turchi e su quello di Trieste, a sua volta punto focale dei traffici verso i mercati del Centro e dell'Est Europa. "La Via della Seta", che necessariamente passava per il territorio persiano per raggiungere l'Italia, sarà invece il trait d'union dei colloqui culturali che Serracchiani e il presidente della Fondazione Aquileia, Antonio Zanardi Landi, avranno a Teheran con i responsabili governativi iraniani, nell'intento, come ha sottolineato lo stesso Zanardi Landi, di ampliare anche al Friuli Venezia Giulia i contenuti del recente protocollo Italia-Iran per il rafforzamento della cooperazione bilaterale in diversi settori culturali. La presenza della Fondazione a Teheran si inserisce inoltre nella rinnovata attività avviata ad Aquileia con la recente organizzazione della rassegna "Il Bardo ad Aquileia" (ancora in programmazione), che ospita alcuni importanti reperti archeologici provenienti dal museo del Bardo a Tunisi. Tra ieri e oggi, inoltre, volerà alla volta di Teheran anche una folta delegazione pordenonese composta da imprenditori e rappresentanti delle associazioni di categoria che dal 10 al 13 prossimi prenderà parte a Contract Made in Italy, punto di riferimento di settore in Medio Oriente propiziata dalla Fiera di Pordenone. Nella capitale iraniana, assieme al Presidente della Cciaa di Pordenone, Giovanni Pavan, all'amministratore di ConCentro, Silvano Pascolo e al suo direttore, Luca Penna, le aziende pordenonesi Verdesign, Camel Group, Alea Office e la rete di impresa sull'ICT costituita da We Digital, Alfa Werb, Abcd Network, Neiko e Valcucine.

http://ricerca.gelocal.it/messaggeroveneto/archivio/messaggeroveneto/2016/01/09/nazionale-la-promozione-di-aquileia-sbarca-a-teheran-16.html?ref=search


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news