LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA - Minacce alla Soprintendenza dopo l'attacco di Pili: a Mont'e Prama carabinieri e polizia
13 gennaio 2016 LA NUOVA SARDEGNA

Gli archeologi difendono il proprio lavoro e l'uso di una piccola ruspa nell'area dello scavo: "Serve a spargere dei materiali inerti per la costruzione di sentieri"

CABRAS. La risposta alle accuse del deputato Mauro Pili da parte della Soprintendenza è di quelle che lasciano il segno: «Solo falsità e spregiudicate invenzioni che oltre a veicolare informazioni false e infondate stanno alimentando un clima di odio esasperato che si è già tradotto sul web in minacce di morte e ingiurie inaccettabili rivolte al personale della Soprintendenza». Il soprintendente Marco Minoja ha risposto così, mercoledì mattina, in conferenza stampa all'attacco sferrato dal parlamentare sardo sul suo profilo Facebook a corredo di un filmato in cui si vede un piccolo escavatore che opera nel sito di Mont'e Prama, dove è in corso una campagna di scavi finanziata dal ministero dei Beni culturali e appaltata dalla società Arcus alla Cooperativa Archeosistemi di Reggio Emilia.

Mont'e Prama, la ruspa in azione negli scavi archeologici
CABRAS. Minacce alla Soprintendenza dopo l'attacco di Pili: a Mont'e Prama carabinieri e polizia. Gli archeologi difendono il proprio lavoro e l'uso di una piccola ruspa nell'area dello scavo: "Serve a spargere dei materiali inerti per la costruzione di sentieri"

Le minacce arrivate via social network ieri mattina hanno provocato anche un intervento cautelativo dei carabinieri e della Digos. La conferenza stampa si è svolta proprio davanti all'escavatore in dotazione al cantiere. Un mezzo utilizzato per ricoprire con ghiaino sterile le aree calpestabili della necropoli nuragica interessata in questi mesi dai lavori. «Quelle dell'onorevole Pili sono accuse infondate che hanno già preso una bruttissima piega, un pretesto per dipingere la Soprintendenza come un branco di delinquenti», ha spiegato il responsabile dello scavo, Alessandro Usai, sottolineando che nel filmato postato su Facebook l'escavatore non era impegnato in uno scavo archeologico ma stava semplicemente spostando un pò di terra di riporto per sagomare una rampa in un punto del cantiere nel quale non ci sono reperti da riportare alla luce.

Pili aveva parlato di «condotta criminale» favorita da «negligenza, menefreghismo e superficialità» e si era appellato alla Procura della Repubblica e al Nucleo Beni archeologici perché fermassero «questo nuovo e documentato sfregio alla civiltà nuragica». Messe da parte le polemiche, il soprintendente Minoja ha assicurato che la Soprintendenza continuerà a lavorare con rigore e correttezza come ha sempre fatto per la conoscenza e la tutela del sito archeologico di Mont'e Prama annunciando comunque che provvederà a difendersi in tutte le sedi competenti dall'aggressione verbale e dalle minacce di cui è stato e continua ad essere bersaglio.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news