LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENETO - Un bando per salvare i capolavori artistici
di Alessandra Ceschia
12 gennaio 2016 IL MESSAGGERO VENETO



Quattrocentomila euro per salvare un patrimonio artistico disseminato fra parrocchie, associazioni ed enti pubblici sul territorio. A metterli a disposizione è la Fondazione Crup attraverso il bando "Restauro beni mobili" che è stato presentato ieri. Il bando cofinanzierà progetti e iniziative volti alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio architettonico, artistico e storico locale. La Fondazione parteciperà alle spese con un contributo del 50 per cento sui costi preventivati e una quota massima di 20 mila euro per ciascun intervento riguardante affreschi, dipinti, sculture, ma anche pale d'altare, beni librari, decorazioni di pavimentazioni disseminati fra le province di Udine e Pordenone. «In questo momento segnato da una particolare scarsità di mezzi – ha commentato il presidente della Fondazione Crup Lionello D'Agostini – abbiamo voluto dare un segnale forte dell'attenzione della Fondazione nei confronti del nostro patrimonio artistico locale». Dopo una prima edizione del bando, in cui sono stati messi a disposizione 250 mila euro, quest'anno si propone un'edizione più robusta «non solo nella sua consistenza totale, ma anche per singolo intervento affinchè possa essere recuperato un patrimonio artistico, architettonico e storico più vasto» ha aggiunto il presidente. L'iniziativa vede la partecipazione della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio del Friuli Venezia Giulia. «Intendiamo svolgere un ruolo di protagonisti al fianco della Fondazione perché la tutela del patrimonio storico artistico è il principale fine della nostra attività – ha chiarito il soprintendente Corrado Azzollini –. Daremo il nostro apporto sia nella verifica per il rilascio delle autorizzazioni sia nella commissione che esaminerà i progetti». Le domande dovranno pervenire entro il 29 febbraio, verrà definita una graduatoria stilata, ha spiegato il direttore della Fondazione Luciano Nonis, in base all'importanza del bene, l'urgenza del'intervento, la capacità di inserirsi in un circuito culturale, la sostenibilità e l'incremento delle prospettive occupazionali. La precedente edizione del bando, ha riassunto Nonis «ha raccolto 62 richieste con relativi progetti, ma abbiamo potuto finanziarne 32». Fra queste il restauro della statua raffigurante San Filippo attribuita a Simone Martini del Museo diocesano, quello delle volte della "Cripta degli affreschi" nella basilica di Aquileia e del velo detto "della Beata Benvenuta Boiani" a Cividale, solo per citarne alcuni. «L'impegno economico è una determinante boccata d'ossigeno – ha commentato il Soprintendente Luca Caburlotto – e consente un importante contributo alla salvaguardia di un patrimonio culturale ricco e complesso». Presenti all'iniziativa il direttore dell'ufficio beni culturali dell'Arcidiocesi di Udine don Sandro Piussi, di Concordia Pordenone don Simone Toffolon, l'assessore all'istruzione della Provincia di Udine Beppino Govetto e il presidente di quella di Pordenone Claudio Pedrotti.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news