LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PESCARA Ex BankItalia, il ministero rilancia l’idea del museo
di Fabio Casmirro
10 gennaio 2016 IL CENTRO


Potrebbe presto cadere il veto posto dalla soprindendente alle Belle arti d'Abruzzo, Maria Giulia Picchione, al progetto di restauro dell'ex Banca d'Italia, in via D'Annunzio, e la città avviare finalmente il recupero di un edificio prestigioso per farne un museo. Dopo i no, rifilati in sequenza, al Ponte del Cielo _ idea fortemente sostenuta dal governatore, Luciano D'Alfonso _ e alla riqualificazione dello stadio Adriatico, proposta dal Pescara calcio e dalla Lega di serie B, è il ministero dei Beni culturali a intervenire per sollecitare un ripensamento alla soprintendenza regionale, al fine di risolvere positivamente il caso dell'ex Banca d'Italia. Porta la data del 30 dicembre scorso una lettera del direttore generale del ministero dei Beni culturali, Francesco Scoppola, che impartisce direttive alla soprintendenza d'Abruzzo in ordine alla realizzazione di un museo pronto ad accogliere la collezione d'arte Di Persio-Pallotta. A riferire i contenuti del carteggio tra ministero e soprintendenza è il deputato di Sel, Gianni Melilla, che si è dato molto da fare a livello romano e ha firmato interrogazioni al ministro. «Il direttore Scoppola» dice Melilla, che mostra la lettera del direttore generale, «ha chiesto di riesaminare il progetto per arrivare a un'approvazione a condizione». In pratica, Scoppola non ravvisa «motivi ostativi» nella realizzazione del museo. E, al contrario, spiega perché una nuova destinazione del palazzo ex Banca d'Italia «potrà meglio garantirne, anche in futuro, la conservazione». L'invito del direttore generale è che la soprintendenza valuti, e indichi, una soluzione idonea tenendo conto delle seguenti condizioni: lasciare invariate le parti esterne dell'edificio, le falde di copertura del tetto, lo scalone, la sala centrale al piano terra rialzato, la coperta a padiglione e le strutture portanti dell'edificio. Condizioni, peraltro, in parte rispettate dal progetto presentato da Di Persio. «In pratica» osserva il parlamentare di Sel, che si è detto molto soddisfatto della risposta alla sua interpellanza, «il ministero ha raccolto tutte le mie osservazioni, dunque Pescara potrà avere un museo per ospitare la prestigiosa collezione d'arte di Di Persio e Pallotta. Si tratta di una realizzazione che potrà avere grandi e positive ricadute culturali e sul turismo della nostra città». Venceslao Di Persio è titolare di una collezione di dipinti di fine Ottocento che, a questo punto, potrebbe essere donata alla città e trovare ospitalità nella vecchia sede di BankItalia, poi passata alla Caripe. Un edificio acquistato anni fa dall'imprenditore proprio con la volontà dichiarata di allestire un'esposizione permamente dei suoi 200 capolavori di artisti appartenenti al Verismo napoletano e abruzzese. Il progetto Di Persio si era bloccato dopo il diniego della soprintendenza, sfociato in un lungo contenzioso legale. Tra i vari problemi posti, anche il cambio di destinazione d'uso dell'immobile ora destinato esclusivamente a uffici. Questioni che, alla luce del nuovo pronunciamento del ministero, e con il prossimo riesame della soprintendenza, potrebbero essere del tutto rimosse. Tra l'altro, le opere di Di Persio sono fortemente contese. Nei mesi scorsi, si era fatta avanti la Pinacoteca di Ascoli Piceno per rilevare tutti i dipinti dell'imprenditore pescarese.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news