LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bergamo. La Mai in mostra
Daniela Morandi
Corriere della Sera - Bergamo 16/1/2016

Riflettori puntati sulla biblioteca Angelo Mai. Dopo un paio di mesi di chiusura, ieri il taglio del nastro per l’inaugurazione del Salone Furietti, restituito alla città nel suo splendore. Non inviolabile, ma da rivivere. Il restauro, riuscito grazie al sostegno dell’Amministrazione comunale, della Regione Lombardia, imprese e donazioni private, «è un miracolo — commenta la direttrice Elisabetta Manca —. Il salone vuoto era così bello che rimettere libri e tavoli sembrava profanarlo. Ora, tornato nella sua veste, è un magnifico regalo alla città, che si riprende questo spazio da usare quotidianamente». Aperta anche durante i lavori di restauro, iniziati nel 2012, la Mai ha registrato 236 mila ingressi in questi ultimi quattro anni.
«È una biblioteca pubblica, la cui prima collocazione fu in questo palazzo, un tempo sede del Comune», ha detto Manca, sottolineando il senso civico del luogo. I saluti istituzionali, anche dell’assessore regionale Cristina Cappellini, si sono spesi in un Salone gremito sotto gli occhi compiaciuti del ritratto del cardinale Giuseppe Alessandro Furietti, a cui si deve la fondazione di questo luogo di sapere grazie a un lascito librario. Ma la Mai «è anche un museo», ha aggiunto l’assessore alla Cultura Nadia Ghisalberti, illustrando la mostra allestita nel salone scamozzino e la digitalizzazione di 250 mila volumi, grazie a un progetto sovvenzionato dal Pirellone. Tra i pezzi da novanta del patrimonio artistico bibliotecario, i globi del Coronelli, posti in una nuova sede: la Tassiana, che da sala di lettura sarà musealizzata per accentuare l’essere salotto buono della biblioteca.
Contento il sindaco Gori, che ha anche ringraziato l’amministrazione precedente per il solerte intervento, dimostratosi complesso sul piano statico e di restauro, ha ribadito il soprintendente Giuseppe Napoleone. Dopo aver ricordato gli anni di cantiere, l’assessore ai Lavori pubblici Marco Brembilla ha ammesso: «Più che le parole, adesso servono gli occhi». E lo sguardo va al Salone Furietti dai fregi ripristinati, pavimento in cotto riscoperto togliendo il vecchio linoleum, volta con intonaco bianco, dalla nuova illuminazione a led. Maria Grazia Recanati, presidente della commissione cultura della Mai, ha inoltre segnalato la digitalizzazione del fondo Silvio Spaventa, grazie al contributo della Fondazione Banca Popolare di Bergamo, e la necessità di «riflettere sul futuro della biblioteca e di formare giovani energie intellettuali capaci di lavorare in questo luogo di sapere». Oggi e domani, la Mai sarà aperta per l’open day con visite guidate anche nei locali del terzo piano, prima casa del custode, ora laboratorio di restauro della carta e aula didattica. Perché la Mai «non è un tempio inviolabile — conclude la direttrice —. La sacralità è data dal patrimonio, ma il luogo è di una piacevole bellezza accessibile a tutti».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news