LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Caserta. Renzi: un vertice internazionale nella Reggia
Angelo Agrippa
Corriere del Mezzogiorno 17/1/2016

«Lo Stato è qui e non lasceremo Caserta da sola. Ci sarà un grande investimento su questo territorio». A colloquio con De Luca e alla fine ironizza: «Dicevate che non venivo? Ora lui mi dovrà cacciare»

La Reggia di Caserta tornerà ad ospitare un vertice internazionale bilaterale entro il prossimo anno. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, dopo essere stato catturato dalla bellezza del complesso vanvitelliano che, finora, non aveva mai visitato. Si ravviva cosi l’incantesimo regale del monumento borbonico che già il 9 luglio del 1994 aveva ammaliato con il suo fascino i primi ministri del G7 e le loro consorti, giunti a Caserta per la cena di gala. Ora, con la restituzione delle sale della Scuola dell’Aeronautica militare e della Scuola nazionale dell’Amministrazione alla fruizione museale (tra qualche mese sarà riallestita la collezione Terrae Motus ) si ricompongono le premesse per promuovere nei circuiti turistici internazionali il sito culturale e progettare intorno ad esso uno sviluppo integrato con la realtà circostante, attraverso la valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche locali che hanno spinto il premier a parlare di «Terra dei cuochi» piuttosto che della allarmante Terra dei fuochi.
«Ogni investimento in cultura – ha tenuto a sottolineare Renzi – aiuta il nostro paese a togliersi di dosso la rassegnazione. Spesso raccontiamo solo l’Italia che non va. E anche in questo territorio c’è tanto che non va che deve essere combattuto. Ma c’è anche tanto di buono che va valorizzato. Questo della Reggia è un posto incredibile, non c’ero mai stato. L’Italia è una straordinaria e costante emozione: lo stupore di trovarsi in luoghi così».
Il premier, accompagnato dal ministro della Difesa, Roberta Pinotti, e dal ministro per i Beni culturali, Dario Franceschini, con lo sguardo rapito dalle volte decorate a stucco del teatro di corte, è stato accolto dal coro delle voci bianche del San Carlo di Napoli che hanno intonato sia l’inno di Mameli che l’inno alla gioia dell’Unione europea.
«Lo Stato è qui – ha continuato il capo del Governo – per dire che non lasciamo Caserta da sola e spiegare che la nomina dei nuovi direttori dei musei non ha risposto a esigenze di maquillage manageriale, ma alla necessità di un grande investimento sul futuro di questo territorio. Alla fine di settembre, con il completamento dei lavori di restauro, dovremo finanziare altri interventi e attivare nuove funzioni. In modo da ospitare un vertice bilaterale di una certa importanza. Entro i prossimi quattro anni – ha detto rivolgendosi al direttore del complesso vanvitelliano, Mauro Felicori – dovremo arrivare ad almeno un milione di visitatori, raddoppiando i 500 mila di oggi».
Renzi, che si è intrattenuto, a margine della visita, anche con il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, ha quindi ironizzato: «Mi accusavate di non venire mai in Campania, ed invece sono stato a Pompei, poi qui a Caserta e prossimamente verrò anche a Napoli. Insomma, vedrete che prima o poi De Luca mi caccerà».
Franceschini ha rimarcato che «quella di oggi è una giornata storica perché dopo decenni tutto il piano nobile della Reggia torna alla sua destinazione museale secondo i tempi che avevamo stabilito». Mentre il ministro Pinotti si è detta orgogliosa della «restituzione dei locali occupati per decenni dall’Aeronautica militare. Da quando sono responsabile della Difesa – ha aggiunto - le forze armate hanno restituito circa seicento immobili in tutta Italia».
Particolarmente ricco il parterre del teatro di corte della Reggia di Caserta in occasione della visita del premier: dagli imprenditori del territorio ai parlamentari europei, nazionali e regionali; sebbene quelli di marca Pd, assieme alla segretaria campana, Assunta Tartaglione, all’europarlamentare Andrea Cozzolino e al capogruppo regionale dei democrat, Mario Casillo, siano stati risucchiati dal vortice di incontri riservati per tentare di dirimere la sofferta controversia sulla scelta del candidato sindaco di Napoli. Evidentemente, la solenne celebrazione della Reggia casertana ha finito per eccitare più i colloqui sulla contingenza politico-elettorale che esaltare lo spirito di riscatto territoriale evocato dalla storica presenza governativa nel sito borbonico.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news