LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Zeffirelli a San Firenze, ancora un rinvio
Edoardo Semmola
Corriere Fiorentino 17/1/2016

Il Comune aveva promesso: a febbraio le chiavi per la scuola. Ma spuntano permessi sospesi

A meno di un mese dal novantatreesimo compleanno di Franco Zeffirelli, in San Firenze tutto è fermo. Anzi «in preoccupante ritardo», dice Pippo Zeffirelli, figlio e principale collaboratore del regista. Ma soprattutto, ricorda: «La promessa non sarà mantenuta. A questo punto è impossibile». La promessa è quella di Palazzo Vecchio che entro il 93esimo compleanno, il prossimo 12 febbraio, Zeffirelli avrebbe avuto «le chiavi» dell’ex tribunale dove dovrà sorgere la sua attesa Scuola-museo per le arti dello spettacolo. «Tutto è rimandato, se va bene — prosegue Pippo Zeffirelli — ad agosto o settembre. I tempi della burocrazia sono stati lentissimi. Comune e soprintendenza sembrano avere il freno a mano tirato. E intanto passa il tempo, cincischiano, perdono tempo, e il maestro non sta bene. Sono assai stufo». Un ritardo che si può quantificare in 8 mesi: «L’iter burocratico oggi è al punto in cui avremmo dovuto essere arrivati, stando alle premesse, a maggio scorso». La stessa vicesindaco Cristina Giachi è amareggiata: «La burocrazia italiana funziona così, ha i suoi tempi. Noi ci siamo impegnati».
È della scorsa settimana infatti la firma della sovrintendente Alessandra Marino sul nulla osta alla concessione dal Comune di San Firenze per l’insediamento della fondazione Zeffirelli. Una firma che, da metà dicembre, era attesa «entro pochi giorni, non appena si riunisce la commissione» come la stessa sovrintendente aveva più volte annunciato. Riunire la commissione è stato più complicato del previsto. Ma non è ancora finita, «anche se io pensavo che dal punto di vista delle carte, ormai, fossimo a posto», ancora Pippo. Perché c’è ancora un altro documento che la Marino dovrà approvare: il progetto esecutivo che seguirà il business plan, la cui presentazione è attesa tra martedì e mercoledì. «Un nuovo nulla osta necessario per approvare qualunque modifica dell’immobile venga proposta» spiega la soprintendente. «Ma noi dobbiamo solo rifare il riscaldamento e i bagni, imbiancare, ripristinare il bar e appendere i quadri. Niente altro, niente di strutturale» risponde Pippo. Ma anche quelle sono modifiche che necessitano di ulteriore autorizzazione. «Comune e soprintendenza si prenderanno circa altri 120 giorni, mi hanno detto — continua — È tutto di una lentezza folle che ci fa impazzire. Il maestro mi chiede tutti i giorni dello stato di avanzamento del progetto e ogni giorno gli dico che oggi è il giorno buono, per tirarlo su, perché non sta bene. Ma non gli sto dicendo la verità, che altro dovrei fare? Abbiamo già i bozzetti pronti, il nostro l’abbiamo fatto. Aspettiamo e aspettiamo. Immaginavo di poter avere tutte le firma pronte entro dicembre e invece siamo a metà gennaio e ancora lontani dal traguardo». Gli architetti chiamati da Zeffirelli avranno bisogno di circa 5 mesi per il ripristino degli ambienti e l’allestimento. «Prima di agosto-settembre sarà impossibile iniziare a fare qualcosa di concreto. Sono disperato per la situazione, il maestro è all’oscuro di queste ulteriori lungaggini, è troppo entusiasta per poterlo deludere, non ho il coraggio di dirgli che siamo ancora nel limbo».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news