LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ELBA - CAVO. «A Capo Castello il danno è paesaggistico»
16 gennaio 2016 IL TIRRENO



Anche Italia Nostra interviene sui lavori in prossimità della villa romana e critica il sindaco Galli

CAVO. «Su Capo Castello il danno è paesaggistico». Italia Nostra torna sull’argomento dell’ampliamento in verticale della villa che insiste sulla sommità di Capo Castello, sito d’interesse archeologico a Cavo.

«Va bene – scrive Italia Nostra Arcipelago toscano – trattandosi di sopraelevazione del fabbricato, non esiste danno archeologico. Tuttavia è la modifica del profilo architettonico, in un’area già tormentata ripetutamente negli anni, che comporta una modifica paesaggistica. Sulla base di queste considerazioni in quella particolare collina, ogni modifica dovrebbe a questo punto cessare totalmente».

E questo concetto è perfettamente in linea con quanto espresso dalla Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio di Pisa, che ha concesso l’autorizzazione ai lavori. «Infatti – continua Italia Nostra - nel gennaio 2014, durante una presentazione preliminare informale, fu presentato ai sindaci e all’associazione degli architetti elbani un progetto estremamente interessante, che prevedeva la creazione del ‘Laboratorio sperimentale di applicazione della convenzione europea del paesaggio’ all’isola d’Elba, considerandola un territorio da prendere come esempio».

Partendo da queste considerazioni, la puntualizzazione del sindaco Galli su Capo Castello hanno destato in Italia Nostra sorpresa e rammarico.

«È proprio su questo – continua l’associazione ambientalista – che desideriamo insistere. La nuova modalità proposta la scorsa estate, innovativa rispetto al passato recente e più remoto, era stata l’impegno del sindaco Renzo Galli, prima di tutto davanti a tutta la popolazione, di risollevare le sorti di una zona di pregio storico, archeologico e paesaggistico unica e preziosa per tutta l’Elba e per l’Arcipelago toscano. È a questo impegno che anche Italia Nostra ha aderito con interesse e condivisione di intenti, nella promessa di adoperarsi insieme per salvaguardare e valorizzare in modo finalmente diverso e dinamico la collina». «Sono due adesso le contraddizioni – conclude Italia Nostra - La Soprintendenza di Pisa, accordando il permesso, non ha considerato il danno paesaggistico nel contesto locale; il sindaco però ha ridimensionato l’impegno espresso la scorsa estate davanti ai suoi cittadini, e ci riporta
al passato. Di fronte a opinioni divergenti e interpretazioni così flessibili non resta che l’evidenza del nuovo fabbricato, visibile a distanza, che modifica ineluttabilmente il profilo della preziosa collina, da poco riscoperta da tutti gli elbani e non solo».




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news