LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Omaggio a Maiuri l'uomo che "vide" Ercolano e Pompei prima degli altri
ALESSANDRO VACCARO
20 gennaio 2016 la Repubblica





UNA giornata in ricordo di Amedeo Maiuri. Si svolgerà domenica dalle 9.30 a Palazzo De Fusco a Pompei, in piazza Bartolo Longo, la cerimonia di consegna del premio intitolato all'archeologo che fu soprintendente degli scavi dal 1924 al 1961. Il sindaco Ferdinando Uliano darà il riconoscimento a Mario Torelli, accademico dei Lincei. La giornata proseguirà con il concerto del Carannant Ensemble, con una serie di degustazioni e, dalle 18, con l'inaugurazione della mostra "Amedeo Maiuri da Rodi a Pompei — Una vita per l'archeologia", a cura di Umberto Pappalardo. In esposizione foto e documenti tratti dal Fondo Maiuri, preziose testimonianze del percorso umano e professionale di uno dei più grandi studiosi dell'età antica.

Ciociaro, classe 1886, Maiuri è responsabile di una missione archeologica nell'Egeo dal 1913 al 1924. Rientrato in Italia, è subito a capo della soprintendenza delle Antichità in Campania e resta per quasi un quarantennio, fino al 1961, il dominus assoluto di Pompei. Si pone l'obiettivo di riunificare le parti della città fino ad allora scavate, quella del Foro e dell'Anfiteatro, e separate da un terrapieno sotto il quale giace la via dell'Abbondanza. Lo scavo attribuirà a Pompei la sua vera dimensione: un organismo urbano che riemerge lentamente da un sonno secolare. Non solo, quindi, un insieme di pregevoli domus dove sono conservati oggetti da museo. Maiuri elabora lo stesso atteggiamento culturale per Ercolano, considerata unicamente per le statue, i bronzi o i papiri che si potevano estrarre dalle domus nelle quali si penetrava attraverso cunicoli: dal 1927 ha inizio lo scavo sistematico della città antica, nel frattempo sovrastata dalla moderna Resina. Una delle questioni più delicate arriva al termine della carriera di Maiuri. A lui si deve non solo l'odierno aspetto dell'antica Pompei, ma anche quello del territorio circostante che, bonificato, ancora oggi appare ridente con le sue coltivazioni. Da quest'attività meritoria, però, Maiuri riceve dispiaceri e umiliazioni, connessi a un processo amministrativo che lo vede prosciolto solo dopo la morte, avvenuta a Napoli nel 1963. La manifestazione di domenica rientrerà nel più ampio progetto di riqualificazione del parco della Fonte salutare, adiacente al Municipio di Pompei, i cui lavori sono iniziati nei giorni scorsi. Laura Del Verme, direttrice artistica del Premio Amedeo Maiuri, ricorderà attraverso le foto e i documenti in mostra la lungimiranza dell'archeologo nell'individuare nel cuore nella nuova Pompei un centro culturale, oltre che un'area verde dove trascorrere il tempo libero.




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news