LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Brescia. Il deposito museo stile Rotterdam
Giovanna Volta
Corriere della Sera - Brescia 20/1/2016

Nei depositi comunali tira aria di trasloco. La Loggia è in cerca di un nuovo spazio dove concentrare arredi urbani e materiale stradale, ma anche faldoni d’archivio, reperti e opere d’arte in custodia alla Fondazione Brescia Musei e le scenografie del Ctb. Un investimento da 10 milioni di euro per un maxideposito che dopo dieci anni potrà diventare di proprietà comunale. Nel caso della segnaletica si tratta di semplice stoccaggio. Nel caso degli archivi e del deposito di opere d’arte si tratta invece di custodia della memoria. Chi si preoccupa della conservazione di un bene storico artistico non deve solo mantenere al meglio le condizioni materiali dell’oggetto custodito, ma anche tramandare la coscienza del suo valore. Chiuso in un deposito l’oggetto resta patrimonio materiale ma non culturale, perché se il pubblico non sa che esiste, quell’opera smette di essere una testimonianza. Un paio di mesi fa, di fronte alla necessità di nuovi depositi per le proprie collezioni, il museo Boijmans Van Beuningen di Rotterdam ha ottenuto dalla municipalità il via libera a costruire il primo deposito al mondo aperto al pubblico: una grande arca in rada nel centro di Rotterdam, che dovrà salvare le opere d’arte dal buio degli scantinati e restituirle al legittimo proprietario, il pubblico. Il nuovo spazio, che sorgerà entro il 2018, sarà dotato di tecnologie, microclima controllato e sicurezza studiati a misura di conservazione, ma ribaltando completamente la prospettiva del deposito. Il Public Art Depot – enorme e avveniristico cabinet de curiosité – diventerà infatti a sua volta un museo della conservazione in cui oltre alle opere custodite, saranno in mostra anche tutti gli accorgimenti necessari per averne cura, compresi gli strumenti di diagnostica e i laboratori di restauro. In questo modo il comune di Rotterdam, che storceva il naso all’idea di sborsare milioni per mantenere un dietro le quinte improduttivo dell’attività museale, ha pianificato un nuovo business culturale in grado di creare nel pubblico anche una nuova coscienza della conservazione. Un esempio che – approfittando del trasloco - Brescia potrebbe in parte seguire, magari trasformando una delle tante fabbriche dismesse della città, sfruttandolo come volano di riqualificazione. Se di un deposito si ha bisogno, perché non farne direttamente uno aperto al pubblico, dove i visitatori possano seguire i propri percorsi d’interesse, dove anche le scuole di restauro possano avere a disposizione un laboratorio, dove gli studenti possano respirare l’aria delle sculture che ritraggono? Una sinergia preziosa come quella che a Brera lega pinacoteca e accademia. Dove l’arte insegna l’arte.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news