LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Nuova Sant’Orsola, ultimo fiasco. L’ira dei bocciati
Giulio Gori
Corriere Fiorentino 20/1/2016

«Insoddisfacente» l’unico progetto in gara. Le imprese accusano: commissione influenzata

Per Sant’Orsola è l’ennesimo fiasco. Ieri mattina, la commissione tecnica della Città Metropolitana che doveva giudicare il progetto presentato da una cordata di imprese per il recupero dell’antico convento lo ha giudicato «insoddisfacente». Il progetto ha ricevuto 30,4 punti quando la soglia di sufficienza era stata fissata a 45. Il Raggruppamento temporaneo d’imprese comprendeva 8 realtà tra costruttori, impiantisti e immobiliari (Sire, Arcale, Giulio Tanini, Gefat, Bhc, Assocucine, Gecofin e Galb) e aveva presentato un progetto da quasi 30 milioni di euro per un hub universitario sulla creatività gestito dalla California State University dalla milanese Copernico (che tra i soci ha Ferragamo). Avrebbe dato spazio all’alta formazione, a startup del mondo dell’arte, design e architettura, oltre a aree destinate al coworking.
Erano previsti, poi, una foresteria di 80 camere per 100-120 posti letto, il museo di Sant’Orsola, con un bookshop di Giunti, una ludoteca, un bar, un ristorante e una palestra con piscina.
«Il museo di Sant’Orsola sarebbe già stato pronto per il G7 del 2017 e avremmo finito tutto entro tre anni», dicono da Rti Sant’Orsola. Ora la cordata sta valutando se ricorrere alla magistratura contro la Città metropolitana. Nell’occhio del ciclone le parole di Dario Nardella, che aveva espresso pessimismo sull’esito del bando prima della fine lavori: «La commissione ha lavorato serenamente o è stata influenzata? — dice il Rti — Siamo di fronte a una turbativa latente». Non solo, Rti Sant’Orsola contesta quella che ritiene un’incongruenza: un anno fa, un progetto presentato da una cordata (che comprendeva alcuni dei soggetti attuali) mancò di poco la sufficienza malgrado prevedesse quasi esclusivamente una foresteria da 400 posti: «Ci bocciarono perché mancavano attività culturali, ora ci sono e prendiamo un voto più basso?».
Dalla Città metropolitana spiegano tuttavia che «il bando era diverso da quello dello scorso anno ed erano diversi i punteggi. Non hanno senso i paragoni». I motivi della bocciatura non sarebbero legati alla filosofia del progetto, ma avrebbero carattere tecnico. Gli imprenditori Rti Sant’Orsola, ora si chiedono se il no della Città metropolitana nasca dal fatto che Dario Nardella possa «aver avviato trattative con altri soggetti». Dopo tanti bandi finiti nel nulla quella dell’affidamento diretto con evidenza pubblica potrebbe essere una strada. I rumors di palazzo riferiscono che Sant’Orsola sarebbe, una volta ancora, senza pretendenti. E che il sindaco metropolitano avrebbe bussato a molte porte, senza però ottenere risposte .



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news