LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA-La riforma ministeriale «smembra» la soprintendenza archeologica
Maria Rosaria Spadaccino
Corriere della Sera-Roma, 22/01/2016

Cosa succederà alla città antica quando non ci sara più la soprintendenza archeologica? Cosa succederà a quella Roma meravigliosa che ogni giorno percorriamo, quasi sempre senza saperlo, attraversando le strade ed i quartieri moderni costruiti sopra? La riorganizzazione delle soprintendenze voluta dal ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, colpisce particolarmente la Capitale.
La Soprintendenza speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’area Archeologica di Roma, rischia di perdere la sua «specialità», data non solo dalla sua autonomia amministrativa-contabile e scientifica ed organizzativa, ma soprattutto dal suo obiettivo che è quello della tutela e della valorizzazione del patrimonio archeologico e museale della citta più importante al mondo da questo punto di vista. Diventa - dovrebbe diventare - una struttura periferica del ministero «a vocazione archeologica», che in parole povere, sciogliendo il «burocratese», vuol dire che la sua missione principale non sarà la tutela e la valorizzazione del patrimonio archeologico emerso e sommerso, ma sarà uno dei suoi tanti compiti. Forse neanche il più importante .
La riorganizzazione ministeriale di fatto «smembra» uno delle strutture trainanti del Mibact, sia dal punto di vista economico che scientifico, nella nuova versione proposta rischia di diventare un comparto piccolo dell’area archeologica centrale, che dovrebbe comprendere Colosseo, Foro Romano, Palatino, Caracalla, ma perde completamente tutto il Museo nazionale Romano. Una perdita enorme che comprende Palazzo Massimo, Palazzo Altemps, le Terme di Diocleziano, la Crypta Balbi. Saranno anche staccati gli scavi di Ostia antica, tutto il patrimonio del Suburbio (dalle tombe della Via Latina, a Gabi) e soprattutto la via Appia Antica. Una patrimonio notevole, in continua crescita dal punto di vista della scoperte, che dialoga da sempre con il resto della città moderna, grazie al lavoro quotidiano di archeologi, architetti, ingegneri, restauratori e di tutti i dipendenti della soprintendenza archeologica.
Giovedì tutti i dipendenti della struttura hanno manifestato la loro preoccupazione per lo smembramento dal soprintendente Francesco Prosperetti. «Non è il nostro futuro che ci preoccupa- racconta uno dei funzionari- ma il lavoro e la passione che abbiamo speso per anni, ognuno sui propri territori, che ha prodotto risultati notevoli. Smembrare pezzi della città antica e museale affidandole a diverse gestioni significa non sapere che dialogano tra loro, che è molto importante che siano parte di un patrimonio comune: scientifico e storico». Per esempio le terme di Diocleziano, di fronte al museo di palazzo Massimo, sono un meraviglioso di sito archeologico, ma anche un museo, in continua crescita, negli ultimi anni nuove aule e nuove vasche sono state portate alla luce e nuovi reperti hanno arricchito le sale.
E cosa accadrà alla via Appia Antica che il disegno ministeriale vorrebbe far diventare un parco archeologico a se stante? Avveniristicamente pensato oltre i confini regionali. Basterebbe una passeggiata nella tenuta di Santa Maria Nova collegata in un percorso archeologico-paesaggistico alla villa dei Quintili per apprezzare, anzi benedire, il lavoro fatto questi anni dai dipendenti della soprintendenza archeologica di Roma.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news