LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PUGLIA-"Salviamo le Biblioteche" Erri De Luca
Lucia Pulpo
www.affariitaliani.it, 22/01/2016

E' preoccupante la deriva che spinge, un Paese come l'Italia e il cuore dei territori-culla della Magna Grecia, a spendere e spandere per l'invito a "Nutrire il pianeta", mentre non riesce a trovare risorse per la salvaguardia di un nutrimento altrettanto vitale per le generazioni d'ogni tempo, rischiando di perdere scrigni d'incommensurabile valore come le Biblioteche. Per questo Affaritaliani.it lancia l'appello a più voci per "svegliare" coscienze e menti.

Prendendo spunto dalla vicenda della Biblioteca Provinciale di Foggia "Magna Capitana", il nostro giornale si mobilita per raccogliere gli stimoli e le esortazioni d'Autore, per un fronte comune a sostegno di un impegno "diffuso, civile e lungimirante", a tutela di uno dei patrimoni ereditati con la consegna responsabile di tramandarlo, accrescendone contenuti e valorizzandone la forza intrinseca formativa e di coesione sociale.

Dopo Cosimo Argentina, Alessandro Leogrande e Nicky Persico, è la volta di Erri De Luca, scrittore (n. Napoli 1950), giornalista assai impegnato dal punto di vista politico, i suoi scritti si caratterizzano per uno stile molto avvincente che riscontra notevole interesse fra i lettori. Attivo militante del gruppo di estrema sinistra "Lotta continua" negli anni Settanta, ha svolto numerosi mestieri prima di divenire opinionista di vari giornali (fra cui La Repubblica e Il manifesto). Il suo primo romanzo, "Non ora, non qui", scritto in età giovanile, è stato pubblicato nel 1989. Temi cardinali della sua narrativa sono la solitudine dell'adolescenza, la miseria del dopoguerra e l'infelicità della passione d'amore. Autodidatta e affermato traduttore dall'ebraico, annovera una serie senza fine di successi editoriali, tra cui Il peso della farfalla, un breve romanzo in cui le storie di un camoscio e del suo cacciatore sono entrambe emblemi di una profonda solitudine esistenziale.

Tra le sue pubblicazioni più recenti: "E disse", in cui opera una rilettura della figura di Mosè all'interno della tradizione religiosa cristiana, "Le sante dello scandalo", rivisitazione della storia di cinque donne che ebbero un ruolo nodale nella storia ebraica, e "I pesci non chiudono gli occhi", racconto di un'iniziazione al sesso e alle crudeltà della vita, tutti editi nel 2011. "Il torto del soldato", in cui la narrazione ruota attorno al senso della sconfitta, e "La doppia vita dei numeri", entrambi del 2012; "Ti sembra il caso? Schermaglia fra un narratore e un biologo" (con P. Sassone-Corsi, 2013), saggio in forma di scambio epistolare in cui si affrontano alcuni temi dell'interazione tra corpo e ambiente; la raccolta di tre racconti inediti "Storia di Irene" (2013); l'autobiografia musicale "La musica provata" (2014); "La parola contraria" (2015), testo sulla sua vicenda giudiziaria in merito alla questione No Tav; il romanzo "Il più e il meno" (2015), densa riflessione sullo scorrere del tempo.



Erri De Luca viene spesso in Puglia, sia per partecipare a manifestazioni ed incontri culturali, sia per trascorrere le vacanze fra il Gargano e il Salento. Uno scrittore attento e asciutto, che usa le parole necessarie ed essenziali, scelte con cura nel vasto vocabolario dei segni possibili e mai superflui. Una voce autorevole in difesa delle biblioteche tutte, piccole o grandi che esse siano.

Le biblioteche sono “centri di cultura” storici sin dagli antichi Assiri: la biblioteca di Alessandria e la rivale di Pergamo... pensa che oggi abbiano ancora lo stesso significato? Abbiamo bisogno di biblioteche e perché?

Abbiamo bisogno di biblioteche comunali in periferia, luoghi di consultazione anche di materiale visivo, luoghi accoglienti dove ci si possa dare appuntamento. Ci vediamo in biblioteca, dovrebbe essere il luogo migliore dove incontrarsi tra i quartieri più isolati e desolati. Vanno bene le sontuose biblioteche centrali sul modello di Alessandria, ma servono quelle decentrate, come ne esistono ovunque in Francia.


Nel 2015 si è avuto un incremento delle visite nei luoghi d'arte, ma un italiano su cinque non ha aperto libro... Bisognerebbe trasformare le biblioteche in mete turistiche, per incrementare l'affluenza fra i loro meandri?

Il lettore italiano è sotto media europea, questo vuol dire anche che il potenziale di crescita esiste. Sono fiducioso sull'aumento della lettura, sul l'incoraggiamento intelligente e non pedante della scuola. Ma il libro resta un incontro e un'esperienza personale, non assimilabile a una gita turistica in compagnia assortita.

Cosa avrebbero le biblioteche italiane da importare dalle “colleghe” estere e cosa da "esportare"?

Dove esistono non hanno niente da invidiare, se non la disponibilità di mezzi e apparecchiature. In Italia si detiene la maggioranza del patrimonio culturale dell'umanità, abbiamo una documentazione in campo artistico che nessun'altra nazione possiede.


La legge Delrio sta causando il ridimensionato della biblioteca provinciale di Foggia e, in generale, la spending review ha causato la chiusura di biblioteche e archivi importanti. Ma non dovremmo difendere la nostra cultura come "immuno-difesa" dalle barbarie che terrorizzano la nostra democrazia?

Non conosco la legge in questione, ma la tendenza rientra nella miseria intellettuale della classe dirigente di questo Paese. Non basta che ignori la specialità culturale e naturale del popolo italiano, occorre pure che la perseguiti con tagli alle risorse e oscene trivellazioni petrolifere, davanti al patrimonio estetico e turistico delle nostre coste. I barbari avevano un rispetto verso i monumenti, la bellezza. Questi titolari di scelte, invece, sono al di sotto di quegli invasori alieni.

Erri De Luca ha dei ricordi legati ad una biblioteca?

Purtroppo solo a quella privata di mio padre, che in compenso era così vasta e fornita da non farmi desiderare altre sale di raccolta.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news