LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Tutela dei centri storici il regolamento Unesco forse diventerà legge
MASSIMO VANNI
21 gennaio 2016 LA REPUBBLICA



UNESCO, il Regolamento fiorentino ispira una proposta di legge. A presentarla, la senatrice del Pd Rosa Maria Di Giorgi che nei giorni scorsi ha parlato a lungo con il sindaco Nardella: «C'è bisogno di una norma nazionale che rafforzi l'idea della tutela dei centri storici e la prossima settimana depositerò una proposta di legge», annuncia la senatrice fiorentina.

Lo stesso Nardella aveva rilevato lunedì scorso, all'atto di approvare il regolamento, che la ‘scommessa' di Firenze si inserise in un panorama di ‘vacatio legis' in materia dei centri storici sempre più assediati dalla rendita commerciale. Adesso ci prova Di Giorgi a riempire il vuoto: «Il testo a cui sto pensando riguarda i centri storici riconosciuti come patrimonio Unesco ma anche quelli che non lo sono, perché è giusto che ogni città italiana, in un Paese come il nostro dove ogni campanile è un pezzo di storia, possa avere qualche arma di difesa in più», spiega la senatrice con alle spalle un passato di assessore, prima alla cultura e poi all'istruzione. Difesa da cosa?

«Dalla libera concorrenza del mercato, che rischia di trasformare i centri storici in una zona off-limits per i residenti, ad uso e consumo invece del turismo massificato. Esattamente quello che sta provando a fare Palazzo Vecchio», dice la parlamentare fiorentina, che a Palazzo Madama siede nella commissione cultura. E già nella prossima settimana, Di Giorgi conta di avere un testo.

Certo, i tempi sono una cosa e una legge è un'altra. Ma anche l'avvio dell'iter sarebbe di conforto per il sindaco Nardella. Che sa bene di correre qualche rischio, qualora il Comune dovesse trovarsi a difendersi in un'aula di tribunale, sollecitato da qualche ricorso. Come già, del resto, ha ventilato il rappresentante dei minimarket fiorentini Paras Gogia. Il regolamento Unesco è costruito sull'articolo 52 del Codice dei beni culturali. Che introduce un limite alla liberalizzazione del commercio in vigore: «I comuni, sentito il soprintendente, individuano le aree pubbliche aventi valore archeologico, storico, artistico e paesaggistico nelle quali vietare o sottoporre a condizioni particolari l'esercizio del commercio». È su questo che Nardella conta di costruire un'eventuale strategia legale. Ma è chiaro che tutto sarebbe più semplice con una vera e propria legge nazionale.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news