LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Renzi lancia la sfida di Ventotene per restaurare il carcere di Pertini
Ernesto Menicucci
Corriere della Sera - Roma 22/1/2016

L’iniziativa per ricordare il manifesto europeo di Spinelli proposta da Zingaretti a luglio

C’era una volta il «manifesto di Ventotene», quando una piccola isola del sud pontino, immersa nel Mar Tirreno, si trasformò dal più piccolo Comune dell’Italia centrale (appena 1,54 chilometri quadrati di superficie) nel cuore dell’Europa che verrà. Più che un continente, un’idea, forse un sogno, che oggi appare offuscato da un’altra Europa, quella delle banche e dei piani di rigore.
Allora, era il 1941, un gruppo di «esuli» (all’epoca si diceva «confinati») antifascisti, spediti appunto da Mussolini in mezzo al mare (e non in «villeggiatura», come disse una volta Silvio Berlusconi), ebbe la «pazza idea» di immaginare per l’Europa un futuro diverso dal presente nel quale era immersa: il secondo conflitto mondiale, le dittature fascista in Italia, nazista in Germania, franchista in Spagna, il regime comunista nell’Unione Sovietica. Un’Europa di guerra, di bombe, di morti, di divisioni.
Quel manifesto, «Per un’Europa libera e unita», divenne una speranza, un alito di vento, un pezzo di storia. E, ai giorni nostri, si è trasformato in un simbolo che — nel trentennale della morte di Altiero Spinelli che insieme a Ernesto Rossi e Ursula Hirschmann ne ispirò la stesura — porterà sull’isola di Ventotene il premier Matteo Renzi, il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini e il governatore del Lazio Nicola Zingaretti. Obiettivo: il restauro del carcere dell’isola di Santo Stefano, esattamente di fronte a Ventotene, dove il fascismo rinchiuse — tra gli altri — anche Sandro Pertini, Umberto Terracini e Mauro Scoccimarro. La vecchia prigione borbonica a forma di anfiteatro che rischia di cadere a pezzi. I dettagli ancora non sono noti: ma i soldi, attingendo anche a dei fondi europei, li metterà il Mibact (il carcere è stato dichiarato patrimonio nazionale nel 2008 da Giorgio Napolitano e patrimonio storico-artistico dall’Europa nel 2013) anche utilizzando fondi europei.
Tutto nasce intorno alla metà di luglio, quando Renzi — in piena crisi-Marino (il premier aveva già detto: «Si guardi allo specchio e decida se è capace a governare») — spostò a Milano, nei padiglioni dell’Expo, l’Assemblea nazionale del Pd. Quel giorno, quasi come un fulmine a ciel sereno (ma poi si capì che i contatti erano in corso da tempo), Renzi schivò l’argomento-sindaco, non citò «il comandante» Ignazio ma parlò — guarda un po’ — di Nicola Zingaretti, presidente della Regione, fino ad allora dato piuttosto «in freddo» col mondo renziano.
Fu allora che il premier parlò di Ventotene: «Ho ricevuto — disse — un sms da Zingaretti: mi diceva che dovremmo fare un’iniziativa sull’Europa a Ventotene, dove tutto è cominciato, coinvolgendo anche il Pse. È un’ottima idea». A stretto giro, arrivò il tweet del governatore: «D’accordo con Matteo Renzi: l’Europa riparta dallo spirito di Ventotene. Insieme pronti per affrontare questa sfida di civiltà e solidarietà». Lo scambio di «amorosi sensi» sembrava concluso lì, o finito dentro ad un cassetto. Fino a che, ieri, Renzi non lo ha ritirato fuori in conferenza stampa a Palazzo Chigi: «Insieme al presidente Zingaretti e al ministro Franceschini nelle prossime settimane sarò a Ventotene, dove il Governo farà grande investimento su quel territorio e racconteremo cos’è quel luogo per noi nel senso dell’Europa che verrà. Noi siamo dalla parte dell’Europa ma non di quella che si chiude a riccio nella paura». Il tutto, proprio quando si celebrano — come detto — i trent’anni dalla morte di Spinelli (23 maggio 1986) e proprio mentre Renzi è in aperta polemica col presidente della commissione europea Jean Claude Juncker. Due fatti che, evidentemente, non sono casuali.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news