LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Un museo a Bruxelles per il design di plastica degli anni 60
Lauretta Coz
Corriere della Sera 23/1/2016

Duemila pezzi di un collezionista: Cominciai quando vidi le sedie di Joe Colombo nella spazzatura


Plasticarium la straordinaria collezione di oggetti di design in plastica esposta presso Adam, Art & Design Atomium Museum, il nuovo museo del Design di Bruxelles. Con oltre 2.000 pezzi la pi grande collezione del suo genere in Europa. Nasce dalla passione di un ingegnere belga, Philippe Ducelle, 67 anni. Racconta che prima era un appassionato collezionista di vetri anni 30. Poi il cambio di rotta, ha conosciuto la plastica: Subisco il fascino di questi materiali, vetro e plastica, perch entrambi sono lucidi, brillano e scintillano. Poi, per caso, dentro a grandi bidoni di spazzatura, nella periferia sud di Bruxelles, nel 1987, ho trovato una sedia di Joe Colombo. Ho pensato che, se le persone cominciavano a buttare bei mobili di grandi progettisti, forse il loro tempo era finito, e iniziava il mio, quello di salvare la memoria di questi oggetti, vere icone di stile, altrimenti tutto sarebbe andato perduto.
Una ricerca durata anni, per acquisire, in giro per il mondo, quanti pi pezzi possibili. Molto spesso mi sono battuto, invano, con collezionisti che avevano risorse economiche pi ampie, come Joe Berardo, che ha aperto a Belem, Lisbona, un bellissimo museo, ma ho avuto anche grandi ispirazioni. Dopo aver visto nel 72 la mostra al MoMA di New York Italy: The New Domestic Landscape, a cura di Emilio Ambasz, ho deciso poco alla volta di recuperare i vari oggetti, una produzione incredibile.
Lavvento della plastica allinizio degli anni 60 aveva sconvolto le abitudini dellarredo nelle abitazioni, la realt domestica in quegli anni diventava un luogo di formidabile sperimentazione sociale oltre che estetica. Lo racconta molto bene uno spezzone del film Mon Oncle, di Jacques Tati (1958), in cui lincredulo monsieur Hulot si aggira in una casa dove tutto di plastica: la dimora ideale per Philippe Decelle, che ha raccolto oggetti di uso quotidiano dai 60 a oggi.
Tanti i designer famosi, come Joe Colombo, Eero Aamio e Verner Panton, ma anche importanti opere darte di artisti di fama internazionale come Csar e Arman. Molti i nomi italiani esposti con i loro lavori: le tazzine da caff coloratissime di Massimo Vignelli, la Valentina di Ettore Sottsass per Olivetti, il televisore Algol, Brionvega, di Marco Zanuso e Richard Sapper, i mobili con ruote Boby, di Joe Colombo, per B-Line. Non manca la produzione Kartell, con la lampada 4029 di Joe Colombo con svuota tasche, la Sedia Universale di Joe Colombo e i Componibili di Anna Castelli Ferrieri. Il nuovo museo ha una superficie di 5.000 mq progettata dallo studio Lhoas & Lhoas Architetti. La costruzione si trova vicino allAtomium, il monumento in acciaio costruito in occasione dellExpo del 1958. Oltre alla collezione permanente, lAdam ospita anche mostre temporanee dedicate allarte e al design del XX e XXI secolo. Ad accogliere gli ospiti, una coloratissima scala dingresso, disegnata da Jean Nouvel.



news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news