LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Siena. «Santa Maria della Scala, situazione difficile»
Aldo Tani
Corriere Fiorentino 23/1/2016

Il neo direttore Pitteri: «Sarà un lungo percorso. Un valore collaborare con i privati»

SIENA. Per progetti ed eventi ci vorrà ancora del tempo. Per adesso Daniele Pitteri, da una settimana nuovo direttore del Santa Maria della Scala, sbandiera dedizione e impegno: «Sto cercando casa, voglio trasferirmi a Siena il prima possibile (il suo incarico che è legato al mandato del sindaco inizierà il 2 febbraio ndr ). Nel mio percorso lavorativo a ogni nuova avventura sono sempre stato abituato a chiudere le cose che avevo aperte in 15 giorni o a interrompere i rapporti precedenti. Qui farò lo stesso perché questo ruolo mi assorbirà a tempo pieno». Nel frattempo, durante il breve soggiorno in città, ha preso visione del compito che lo aspetta, visitando in maniera scrupolosa il vecchio ospedale: «L’ultima volta ci ero stato a maggio. Volevo vedere cosa era accaduto da allora e ho fatto un giro ampio nelle aree da recuperare. Mi sono reso conto del percorso lungo che c’è da fare, ma ci sono delle progettualità legate al recupero (i piani alti dovrebbero ospitare la Pinacoteca, ndr ), che sono in stato avanzato e su cui si può lavorare». Altri suggerimenti dovrebbero venire dallo studio di fattibilità finanziato dalla Fondazione Mps. Un dossier ancora misterioso per la città, ma già nelle mani del nuovo direttore, così come l’atto di indirizzo espresso dal consiglio comunale. Documenti appena sfogliati da Pitteri, che perciò preferisce non addentrarsi nello specifico: «Ho un’idea irrealistica del Santa Maria, perché non ho elementi concreti. Da quello che vedo però questa non è una situazione disperata ma molto difficile».
Ad affrontare questa sfida potrebbe comunque non essere solo. Il 15 aprile scade la concessione dell’Ati, tra cui Opera, che ha gestito il complesso museale anche sotto l’aspetto organizzativo dal giugno scorso. Il sindaco Valentini ha assicurato che sarà fatta un’altra gara, perché «noi non ce la facciamo con le nostre forze a tenere aperto lo Spedale tutto l’anno, né abbiamo le risorse necessarie» e «i risultati conseguiti in questo arco temporale sono stati una scommessa vinta anche dalla società che si è aggiudicata il bando». Pitteri, che sarà alla guida anche degli altri musei civici, si troverà quindi a lavorare con i privati. Un’opportunità più che un problema: «La collaborazione tra pubblico e privato per me è un valore». Non manca un cenno sulla sua nomina, arrivata dopo la rinuncia per un grave problema familiare da parte di Antonio Calbi. «Quando è stato scelto lui, ci sono rimasto male, ritenevo di aver tutte le qualità per questo incarico. Ma appena il sindaco mi ha richiamato, non ho pensato a questioni di orgoglio. Anzi mi sono detto ‘ma che botta di fortuna ho avuto’». Siena spera che non si sia esaurita.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news