LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Asproni: "Una caffetteria da sogno sulla terrazza che guarda la città"
MARINA PAGLIERI
30 gennaio 2016 LA REPUBBLICA



IL REPORTAGE


UNA CAFFETTERIA da sogno, sul terrazzo tra le due torri nord e sud che affiancano la facciata juvarriana di Palazzo Madama, con vista mozzafiato sulla città e accesso dai sottotetti seicenteschi. In questi spazi, dalle volte con travi in legno ancora intatte, fatti costruire al tempo di Cristina di Francia, potrebbe essere collocata la lounge. Un sogno per la presidente della Fondazione Torino Musei Patrizia Asproni, che alla vista di quegli ambienti è rimasta folgorata, tanto da immaginare di aprirli in futuro al pubblico, con accesso dalla piazza: non solo ai visitatori del museo dunque, ma pure a cittadini e turisti desiderosi di bere un caffè o prendere un aperitivo. O di renderli magari disponibili per eventi, affittandoli a privati. «I have a dream, quello di realizzare la caffetteria museale più bella al mondo, in uno dei luoghi più significativi della città», aveva confessato Asproni lo scorso autunno. E oggi conferma: «Quel posto coincide con una Torino da sogno, ma anche con un sogno di Torino. Quando l'ho visto sono stata presa da un tuffo al cuore ».

Un sogno, ma forse non solo. A vedere quegli spazi si erano recati infatti con lei a novembre il presidente della Compagnia di San Paolo Luca Remmert e il responsabile dei beni culturali di Intesa San Paolo Michele Coppola. E ancora vi si sono soffermati, scattando anche fotografie, i segretari generali di Fondazione Crt e Compagnia di San Paolo Massimo Lapucci e Piero Gastaldo, poi l'assessore regionale alla Cultura Antonella Parigi, tra i visitatori anche il presidente della Consulta Maurizio Cibrario. Oltre a un entusiasta sindaco Fassino, in compagnia del "suo" assessore Maurizio Braccialarghe. Tutti entusiasti, tanto che Asproni ammette di iniziare a crederci veramente: e chissà che da qualcuno degli enti sensibilizzati non possa arrivare un aiuto per la realizzazione del progetto.

A quegli spazi si approda dall'ultimo piano del museo, attraversata la Sala Tessuti: si sale da una scala e si approda alla Torre nord, quella dove un tempo era posizionato l'Osservatorio astronomico voluto da Giovanni Plana. Poco sotto è indicato il cosiddetto "punto geodetico", quello da cui originano gli assi cartesiani che forniscono la numerazione della città. Dalla torre si accede al sottotetto, che corrisponde alla copertura della Sala del Senato voluta nel 1637-38 dalla Madama Reale Cristina di Francia. Se ci fossero dubbi, un buco sul terreno, tra quelle capriate, lascia intravedere il pavimento della sala sottostante. Lì si potrebbe di nuovo fare arrivare l'ascensore rivestito in mogano realizzato negli anni Trenta, al tempo della direzione di Vittorio Viale, che si potrebbe ripristinare. Di fronte allo spazio in cui si vorrebbe realizzare la lounge si estende la meravigliosa terrazza che, delimitata da statue e decorazioni in marmo di Chianocco, spazia sulla città.

«La "foresta di capriate" del sottotetto è stata restaurata ed è perfettamente calpestabile, immagino una lounge invernale a disposizione anche di chi volesse affittarla per eventi — dice Asproni — Ho portato tutti quanti a vedere questa meraviglia: ne sono rimasti contenti, Fassino poi si è detto entusiasta ». Tra le particolarità del posto, anche il punto di vista diverso da tutti gli altri esistenti in città. «Mi sono rivolta ai tecnici, mi hanno detto che è un progetto fattibile. Farò fare un'ipotesi progettuale da presentare al consiglio direttivo della Fondazione Torino Musei », continua Asproni. Che immagina: «Vorrei realizzare una caffetteria bella, elegantissima, con un pavimento in legno che ricopra quello in cemento armato rifatto dal genio civile. Insomma, è un sogno ma i sogni si possono realizzare».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news