LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sassari, soprintendenze senza soldi e personale
Paoletta Farina
29 gennaio 2016 La nuova Sardegna

La riforma del ministro prevede laccorpamento dei due uffici ma intanto non risolve i problemi che si accumulano da anni


SASSARI. Il ministro Franceschini rivoluziona il sistema delle Soprintendenze, ma con quali effetti positivi tutto da verificare. La riforma che vedr nascere in Sardegna due uffici misti a Cagliari e Sassari che accorperanno la Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggio con quella Archeologica arriva in un momento che definire tragico per il settore della tutela e valorizzazione dellimmenso patrimonio storico nazionale non esagerato. Le due articolazioni periferiche sassaresi del ministero dei Beni culturali sono alla canna del gas: poche risorse, poco personale, pochi, anzi pochissimi, dirigenti. E senza uomini e soldi, dicono da anni gli addetti ai lavori, anche la migliore delle riforme rischia di naufragare senza nemmeno aver preso il mare. Senza contare che, a occhio, non sembra sar facile attuare la promessa sbandierata di una riorganizzazione pensata soprattutto per consentire a cittadini e imprese una notevole riduzione degli oneri burocratici. Vedremo perch.

La riforma. Partiamo da un chiarimento. In Sardegna prima di un anno e mezzo fa esistevano quattro Soprintendenze: due archeologiche e due ai Beni architettonici con le rispettivi sedi a Sassari e Cagliari. Nord e Sud dellisola perfettamente bilanciati, quindi. Poi ecco che il Capo di Sopra perde un pezzo. Le due Soprintendenze archeologiche vengono aggregate in una unica struttura regionale con sede principale a Cagliari mentre a Sassari resta una sede operativa. A Sassari che ha competenza ricordiamo su un territorio vatso e ricco che comprende anche Gallura e Nuorese, gi quel cambiamento aveva comportato una serie di disguidi, primo fra tutti lunificazione delle procedure che a distanza di 18 mesi ancora non ancora completa. Senza contare che il referente, per tutto, era a oltre 200 chilometri di distanza. Ora quando la nuova articolazione territoriale entrer in vigore, lufficio sar uno solo. E in condominio.

I primi effetti. Quel passaggio che faticosamente si stava concludendo ora si dovr riproporre tra due uffici con competenze e professionalit differenti. E non sar semplice. Nononostante la collaborazione tra Beni Architettonici e Archeologici sia un fatto assodato e positivo, cominciato comunque a nascere il sospetto che in tutta la partita a perderci sar la tutela (leggi il settore archeologico) del patrimonio. Anche in termini di incarichi per gli archeologi.

Musei contro scavi. La logica della riforma sembrerebbe piuttosto quella del risparmio. E unaltra delle paure che alberga che la fusione delle Soprintendenze sia stata ideata per destinare pi risorse ai Poli museali, che a Nord come a Sud dellisola, per ora si trovano sguarniti nella stragrande maggioranza, di dirigenti. Illazioni? Spesso a pensar male ci si azzecca.

La burocrazia. Dario Franceschini ha detto che con lunione delle Soprintendenze si semplificher il rapporto con i cittadini: non sar pi necessario presentare due domande distinte per un permesso, la richiesta e la risposta saranno uniche. Per gli uffici
dovrebbero essere accorpati in ununica sede, se davvero si vuole facilitare lutente. Ma soprattutto le rivoluzioni sono inutili se poi i tempi per ottenere una risposta saranno esattamente gli stessi. Perch non modificando una macchina che si acquista velocit. Bisogna metterci benzina.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news