LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

"No all'impianto, così si svalutano gli scavi archeologici"
03 febbraio 2016 la repubblica




Il direttore Zuchtriegel denuncia l'impatto visivo: "Lavoro per migliorare il sito, sarà possibile entrare nei templi"

«LA REALIZZAZIONE di una centrale a biomassa a pochi chilometri dall'area archeologica di Paestum rischia di avere un impatto visivo e olfattivo sul paesaggio nella sua interezza». Gabriel Zuchtriegel da tre mesi è il direttore del parco e del museo archeologico, il più giovane tra i 20 scelti ad agosto scorso dalla commissione voluta dal ministro Dario Franceschini. L'archeologo tedesco è divenuto punto di riferimento di cittadini e associazioni. Tanto da aver sposato in pieno la battaglia contro l'impianto previsto a 4 chilometri dagli scavi.

Direttore, perché un archeologo si metta alla testa di una lotta ambientalista? «Per il sito Unesco di Paestum, un attrattore di grande rilevanza culturale ed economica, la realizzazione di un impianto di questo tipo nei dintorni dell'area archeologica equivarrebbe a una svalutazione dell'offerta storico- artistica e ambientale nei confronti del pubblico nazionale ed internazionale».

Ha parlato con i comitati civici?

«Sì, ho ricevuto una delegazione: E devo dire che insieme a me molto attivi sono il sindaco Italo Voza, Legambiente e altra associazioni. Il museo è sempre stato punto di riferimento dei cittadini, e non dobbiamo questo contatto».

Che cosa rischiano i templi di Paestum?

«Quegli edifici di VI-V secolo avanti Cristo rappresentano un patrimonio unico nel mondo non solo per le loro caratteristiche architettoniche e artistiche, ma anche perché sono inseriti in un paesaggio storico di grande significato. Per la loro stessa fisionomia, i templi si aprono sul paesaggio e diventano così tutt'uno con esso, offrendo un'esperienza unica ai visitatori e ai turisti dell'area archeologica ».

La battaglia contro l'impianto ha anche un valore simbolico?

«Sì, e fa capire che tutela e valorizzazione sono due facce della stessa medaglia».

Più 7 per cento nel 2015 con 300mila visitatori: che programmi ha?

«Quando Goethe venne a Paestum apprezzò l'architettura dorica solo dopo un'ora di cammino tra le colonne. Stiamo progettando un percorso di visita all'interno della Basilica, il tempio più antico con decorazioni e un podio più basso: sarà un'esperienza unica, entrare in un tempio antico, con quelle colonne così possenti. Ci sono problemi di organizzazione del personale e di sicurezza che risolveremo ».

A novembre i carabinieri nucleo tutela patrimonio culturale hanno recuperato le lastre della Tomba del guerriero, scavata clandestinamente a Paestum. Quando la esporrete nel museo?

«Nei prossimi mesi. Stiamo completando le procedure. Faremo una mostra».

E per la fruizione?

«In estate ripristiniamo le visite notturne, e poi avremo concerti ed eventi. Rivivrà il percorso delle mura: nella Torre 28 trasferiremo il Museo del Grand tour della fondazione Vico oggi a Capaccio. E poi va potenziata la stazione delle ferrovie».

Con i treni ad alta velocità come a Pompei e a Caserta?

«Perché no. Siamo fortunati ad avere la stazione di fronte all'ingresso di Porta Serena che dà direttamente sugli scavi».

Nascerà un'associazione "Amici del museo"?

«Già c'è la fondazione Paestum, si tratta solo di allargare i programmi e le attività in un percorso condiviso».

(antonio ferrara)




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news