LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sant’Andrea, ok alla delibera sul federalismo
03 febbraio 2016 LA NUOVA VENEZIA




Il provvedimento passa a larga maggioranza, adesso il bando. I comitati: «Persa un’occasione»



Via libera all’acquisizione gratuita da parte del Comune della Certosa e del Forte di Sant’Andrea. Passa a stragrande maggioranza la delibera sul federalsimo demaniale, proposta dalla vicesindaco Luciana Colle. Il Consiglio comunale l’ha approvata nella notte di lunedì. Quattro i voti contrari, i tre consiglieri del Movimento Cinquestelle e la Pd Monica Sambo. Un astenuto, Nicola Pellicani. La lista Casson non ha partecipato al voto. Maggioranza compatta in difesa del provvedimento, nonostante le proteste espresse anche in aula dai comitati e dal presidente della Municipalità Andrea Martini.

«L’amministrazione Brugnaro ha perso un’occasione», protesta la Sambo, «hanno bocciato le nostre mozioni e i nostri emendamenti che chiedevano un processo partecipativo». «Incomprensibili le ragioni di tanta opposizione», secondo il capogruppo della lista Brugnaro Maurizio Crovato. «Ho una foto del 1977 che mostra il degrado dell’isola. L’alternativa era lasciare tutto così. Oppure lasciare al Demanio la proprietà. Così l’avrebbero data ai privati e il Comune non avrebbe avuto voce in capitolo». In difesa del provvedimento anche Giovanni Giusto, capogruppo della Lega, e Renzo Scarpa, vicecapogruppo della lista Brugnaro.

«Mi sono astenuto perché non è stata data la giusta pubblicità a quella delibera», ha dichiarato Pellicani, «il progetto non mi vede contrario». Progetto in pista dal 2005, che prevede il recupero del Forte di Sant’Andrea da aprire alla cittadinanza, collegandolo con un ponte all’attigua isola della Certosa. Secondo Pierpaolo Scelsi (gruppo 25 aprile) si tratta di uno «scempio, il tentativo di mettere il brand Venezia sulla porte dell’ennesimo albergo con piscina». Ambiente Venezia annuncia ricorsi legali. Cristina Romieri (Lav) di «omissioni e travisamenti che risalgono anche alle precedenti amministrazioni». «Ma perché questa battaglia, lo Stato mi regala un’isola e io devo dire di no?» ha risposto lunedì sera nel suo stile in Consiglio il sindaco Brugnaro. Nel bando che sarà pubblicato entro giugno per cercare soggetti privati interessati, ha aggiunto la vicesindaco Colle, saranno specificate tutte le questioni richieste, ci sarà la massima trasparenza. E non c’è nessun albergo con la spa, quella parte è stata stralciata e se l’è tenuta il Demanio militare».

Alberto Sonino, amministratore di Vento di Venezia – che gestisce
la Certosa e ha presentato un progetto anche per Sant’Andrea – si dice amareggiato. «Non c’è alcuna operaizone speculativa, solo il recupero di un bene abbandonato per anni sulle linee tracciate da Comune e soprintendenza», dice, «vengano alla Certosa a vedere cosa abbiamo fatto».(a.v.)



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news