LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Beni Culturali Il 2015 un record di Pirro
Gianleonardo Latini
www.agoravox.it, 05/02/2016

È sicuramente un gran bel risultato per i Beni Culturali italiani poter sfoggiare cifre come i poco meno 43 milioni di visitatori dei luoghi della cultura gestiti dallo Stato, con un incasso che sfiora i 155milioni di euro, ma nell’elenco dei venti luoghi collaborato al raggiungimento di tale record non è presente l’arte contemporanea.

L’arte contemporanea continua a essere il fanalino di coda della cultura perché è incomprensibile o per il mancato sostegno dello Stato? Probabilmente entrambe le cose, d'altronde i primi dieci sono luoghi che hanno goduto – nel bene e nel male – di una particolare attenzione dell’informazione.

Il Museo Egizio di Torino, dopo i lavori per un nuovo allestimento espositivo, è salito al settimo posto con un aumento dei visitatori del 33% (757.961), mentre il Circuito Archeologico “Colosseo, Foro Romano e Palatino” ha consolidando il suo primo posto con 6.551.046 visitatori per un introito lordo di 39.657.672,00 euro, precedentemente ne aveva avuti 5.625.219, ancora lontano dai 9 milioni 260 mila del Louvre, secondo posto gli Scavi di Pompei (2.934.010) ed a seguire gli Uffizi (1.971.596), la Gallerie dell’Accademia di Firenze (1.415.397) e Castel Sant’Angelo (1.047.326).

Agli ultimi posti il Museo Nazionale Romano (356.345), Scavi di Ercolano (352.365), Cappelle Medicee (321.043), Scavi di Ostia Antica (320.696), Polo Reale di Torino (307.357), chiude la classifica Paestum (300.347).

Il Museo Nazionale Romano non riesce a far tesoro della sua collocazione nei pressi della Stazione Termini, mentre le aree archeologiche di Ercolano, Paestum e soprattutto Ostia Antica, vengono penalizzate da una esigua informazione ed un insufficiente collegamento del trasporto pubblico.

Una graduatoria che evidenzia non solo la necessità del visitatore di usufruire delle “sicurezze” artistiche guardando solo agli allori del passato, ma soprattutto di vagare in gruppi/greggi che seguono pedissequamente l’echeggiare pubblicitario, per non essere da meno del proprio vicino nel dire “l’ho visto anch’io.”

Un museo come un film - va visto anche se mediocre - com’è successo con l’ultima macchietta di Checco Zalone. Ma non si giustifica lo tsunami umano di doverlo vedere solo perché gli altri l’hanno visto, senza dover svelare il proprio QI (Quoziente Intellettivo).

L’arte contemporanea non avrà mai un pubblico adeguato per un’assenza dello Stato nel promuoverla in Italia e nei luoghi italiani all’estero, oltre a dover richiedere spesso uno sforzo del visitatore nel mettere in contatto l’immaginazione-emozionale con il realismo-visivo.

Una fatica improba per la gran parte della cittadinanza abituata a interessarsi di smartphone e calcio ignorando storia, geopolitica e società.e quant’altro esiste sotto il nome di cultura



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news