LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ischia, a rischio il platano plurisecolare simbolo del porto
di PASQUALE RAICALDO
05 febbraio 2016 La Repubblica


Legato allo scrittore francese Alphonse de Lamartine, avrebbe problemi strutturali. Ma gli ambientalisti scrivono a Renzi

Domina da più di due secoli il porto d’Ischia: sarebbe stato piantato addirittura negli anni della Rivoluzione Francese.

Ma ora il cosiddetto platano di Lamartine rischia di avere i giorni contati: allertato da alcune preoccupate segnalazioni, il Comune di Ischia ha infatti disposto una perizia tecnica sull’albero di via Iasolino, legato al nome dello scrittore e poeta francese Alphonse de Lamartine, che, secondo la leggenda, vi incontrava - sotto la folta chioma - le damigelle della Corte di Napoli, in epoca borbonica.

In bilico per via del peso ormai squilibrato, e indebolito dalla mancanza di manutenzione negli ultimi decenni, l’albero monumentale è dunque in attesa del responso, affidato all’agronomo Francesco Mattera, impegnato in queste ore in una serie di approfondimenti.

L’azione dell’ente è legata, naturalmente, alla verifica di eventuali rischi per la pubblica incolumità in una zona particolarmente trafficata, da pedoni e automobilisti: il platano, che sorge a pochi metri dalla chiesa di Portosalvo e dal punto di sbarco degli aliscafi, funge da spartitraffico naturale.

Esigenze di sicurezza pubblica, sull’isola, hanno già portato nei mesi scorsi al sacrificio di alberi in bilico o, comunque, pericolosi.

E’ per questo che la malcelata preoccupazione di cittadini e ambientalisti si è già tradotta in una lettera che Luciano Venia, promotore del “Movimento per la rinascita di Ischia”, ha inviato all’attuale sindaco, Giosi Ferrandino, ma anche ai ministri dell’Ambiente e dei Beni Culturali (e per conoscenza al presidente del consiglio dei ministri, Matteo Renzi), perché “ci si attivi ad horas per mettere in atto ogni intervento per la tutela e la conservazione dell’esemplare di platano pluricentenario sito sul Porto e noto a livello mondiale anche per le sue implicazioni di carattere letterario e culturale che lo legano al nome e all’opera dello scrittore Lamartine”.

“Attendiamo l’esito della perizia del professionista, prima di valutare con equilibrio il da farsi. – dichiara il sindaco di Ischia, Giosi Ferrandino - L’opportunità di tutelare un albero simbolo del nostro territorio sarà adeguatamente considerata, ma è compito inderogabile della pubblica amministrazione garantire la pubblica sicurezza dei cittadini”.

“Qualora venisse abbattuto, ci faremmo promotori di una sostituzione immediata con un nuovo esemplare di platano”, spiega invece Dario Della Vecchia, presidente di Assopini.

Dalla fine del diciottesimo secolo al terzo millennio, il platano che ha accompagnato le trasformazioni epocali di Ischia, presenza costante e ingombrante nel privilegiato punto d’approdo di migliaia di turisti, resta intanto placido e immobile: a breve, conoscerà il suo destino.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news