LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La parabola del Palaexpo e la cultura che manca
07 febbraio 2016 LA REPUBBLICA



RICOMINCIAMO dalla cultura. Ricominciamo da quel contesto che Veltroni sindaco considerava l'ingranaggio attorno al quale far girare Roma. Proviamo a far parlare le pietre, ridando voce e significato ai luoghi della storia. Roma è fatta di pietre di idee di orgoglio e trae la sua potenza da radici profonde e incancellabili. In questi anni di degrado e di abbandono invece ci siamo trovati a fare i conti miseramente con sampietrini dissestati, con pietre coperte dai rovi, con facciate di monumenti rovinate e cadenti, ma soprattutto con una assoluta mancanza di idee. Ecco perché ripartire dalla cultura significa ridare slancio ed energia ad una città che rischia di perdere la sua memoria. Questa è la mission.

Fermiamoci ai fatti concreti. Il crollo dei visitatori dei musei è forse un indicatore sufficiente per capire lo stato di confusione e di grigiore in cui versa Roma. Ricordare le performance dell'era Nicolini sarebbe troppo facile, ricordare l'ottimo lavoro svolto da Borgna sarebbe invece doveroso. Dimenticare le incredibili esperienze, gli inspiegabili vuoti di pensiero, l'assoluta incapacità di progettare il futuro a cui abbiamo assistito in questi ultimi anni sarebbe infine terapeutico.

Un esempio per tutti: l'incredibile parabola del Palaexpo. Dal 2001 sono cambiati ben dieci presidenti. Da Zanda a Cipolletta, da Fabiani a Bernabè è stato sempre il solito ritornello: mancano i soldi pubblici, mancano le strategie, manca una visione di insieme che riunisca le sedi museali di Roma, dal Maxxi al Macro, dalla Gnam ai Capitolini, dal Vittoriano al Palaexpo, in un unico polo espositivo con una sola regia, con incredibili tagli dei costi e con un'unica strategia in grado di imporsi all'attenzione del mondo intero. Programmando eventi, proiettandoli nel tempo e imponendosi sullo scacchiere internazionale. E invece si vive alla giornata dimenticando di amplificare l'energia che viene fuori dalle sempre più encomiabili iniziative di gallerie e fondazioni private. Frequentare per credere Flavio Misciattelli e il pastificio Cerere, Anna d'Amelio e la Fondazione Memmo, Mario e Dora Pieroni e Ram, Franco Nucci e Volume, Giovanni Giuliani e la sua Fondazione, gli Sciarretta e il Nomas, Sargentini e il suo Attico, Simona Marchini e la Nuova Pesa, la Fondazione Roma e la galleria Mucciaccia. È in tutti questi luoghi che ad ogni mostra si respira aria internazionale e si avverte la passione dei giovani per l'arte. È in quei cortili, in quelle sale che il Comune dovrebbe guardare per trovare idee e ripartire dando a Roma il ruolo che merita nel mondo.




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news