LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Parchi, gli ambientalisti alzano la voce sullo Stelvio. Presidio in Marmolada
Ma. Gio.
Corriere del Trentino 10/2/2016

TRENTO. Parco dello Stelvio al centro, ieri, della riunione della cabina di regia delle aree protette e dei ghiacciai della Provincia. Con toni aspri soprattutto da parte dei rappresentanti delle associazioni ambientaliste.
A poco meno di un mese dalla firma del presidente della Repubblica della modifica delle norme di attuazione per la provincializzazione del parco, la cabina ha analizzato gli ultimi passaggi: a illustrare novità e prospettive è stato il dirigente provinciale Romano Masè (l’assessore Mauro Gilmozzi era impegnato a Roma), che ha ricordato la legge che dovrebbe essere predisposta ad aprile e ha ribadito i punti fermi già emersi: in particolare, il personale sarà assunto dalla Provincia, non saranno creati nuovi enti ma sarà costituito un comitato di indirizzo. Piazza Dante, ha chiarito Masè, guarda comunque a un ambito più ampio, puntando su una rete dei parchi che vada oltre i confini nazionali.
Un obiettivo, quello del parco transnazionale, condiviso dagli ambientalisti. Che però, nella riunione di ieri, non sono stati teneri nei confronti dei vertici provinciali. «È inaccettabile essere coinvolti solo nella fase di informazione e non in quella della proposta» ha detto per tutti Luigi Casanova, paventando anche l’uscita dei due rappresentanti delle associazioni ambientaliste dalla cabina di regia per protesta. Nel mirino di Casanova i rappresentanti politici trentini in Commissione dei 12 e soprattutto la Svp, «che spacca il parco nazionale e impone norme e deroghe sulla caccia a specie protette». Luciano Rizzi (anche lui rappresentante degli ambientalisti) ha chiesto quindi un potenziamento dell’attività di formazione e un «superamento del monopolio dei cacciatori» a livello istituzionale.
A invitare gli ambientalisti a rimanere nell’organismo provinciale è stato lo stesso Masè, ma anche i rappresentanti dei pescatori, del consorzio dei comuni, del parco Adamello Brenta, dell’ordine dei dottori agronomi e forestali.
Non solo: la cabina di regia ha deciso di convocare a stretto giro il gruppo di lavoro sul servizio aree protette e sviluppo sostenibile per iniziare a entrare nel merito dei contenuti della legge provinciale del prossimo aprile.
Intanto, sempre sul fronte ambientale, non si placa la protesta contro i nuovi impianti prospettati in Marmolada. Ad aprile Mountain Wilderness ha promosso due giorni dedicati alle Dolomiti che avranno come scenario proprio la Marmolada. «Vogliamo che la Marmolada — scrive Mountain Wilderness — rimanga il tempio dello scialpinismo e dell’escursionismo».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news