LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE - "Venite a ballare a palazzo Medici " Allarme per il dj set
ERNESTO FERRARA
09 febbraio 2016 LA REPUBBLICA




LA "discoteca" a Palazzo Medici Riccardi manda su tutte le furie Nardella. Solo nel tardo pomeriggio di ieri viene a sapere dell'evento che le associazioni "I Love Disco" e "Pop Up", una fondata e l'altra vicina all'ex consigliere regionale di Forza Italia Paolo Marcheschi, organizzano per venerdì prossimo nel palazzo rinascimentale e il sindaco fa immediatamente scattare l'allarme rosso: «Di cosa si tratta, com'è possibile? », chiede ai collaboratori più stretti dopo aver visto l'ammiccante invito che in realtà da settimane circola su Facebook: "Ballo a Palazzo", una festa con tanto di dress code (abito nero e un accessorio rosso: cuore, giglio o bocca), musica disco e cocktail all'ombra del Rinascimento. «Prima i Medici, poi i Riccardi e ora… i Discolovers», recita addirittura la presentazione.

Un'ora di verifiche per scoprire che il party non si terrà nella magnifica sala da ballo di quello che fu il primo palazzo della famiglia Medici, a pochi passi dalla Cappella dei Magi di Benozzo Gozzoli, e nemmeno nel cortile, ma nella vicina Galleria delle carrozze, che è al civico numero 7 di via Cavour mentre Palazzo Medici è all'1. Quella un tempo usata come garage che Renzi aprì come passaggio tra via Cavour e via dei Ginori, dove già si tengono mostre, degustazioni e convegni. Immediatamente sul sito internet dell'evento compaiono le coordinate esatte dell'evento, prima omesse: «L'ingresso sarà a Palazzo Medici Riccardi, via Cavour 1, dalle ore 21.30. Da qui potrete accedere al percorso museale del palazzo, dal cortile interno alla Cappella dei Magi, fino alla Galleria degli Specchi. Al termine del percorso vi ritroverete nella Galleria delle Carrozze dove ci sarà la nostra musica ad aspettarvi».

«Per rendere più accattivante l'evento l'avevamo chiamato "ballo a palazzo", ma fin dall'inizio sapevamo che si sarebbe ballato nella galleria delle carrozze e non altrove» ammette Marcheschi. Ma se l'ira di Nardella si placa, il caso rimane comunque aperto. Non è del resto la prima volta che si affittano spazi pubblici per eventi privati, ma è un quasi esordio per la musica disco. Si può affittare un luogo pubblico per una festa da ballo? «Mai abbiamo pensato di concedere spazi del Palazzo Medici, la Galleria delle carrozze è tutt'altro », spiegano in serata dalla città metropolitana di cui proprio Nardella è sindaco. Per di più non sono ritenuti pochi i circa 10 mila euro che dovrebbero arrivare di incasso tra rimborsi per il riscaldamento, visite guidate e affitto della sala. Ingresso ore 9.30, visite guidate per chi vorrà fino alle 23, poi dj set e bar nella Galleria delle carrozze fino all'1.30.

«La convenzione non è ancora stata firmata ma per noi non è mai esistita la possibilità che si facesse una discoteca dentro Palazzo Medici», ribadiscono dalla Città metropolitana. Intanto alla serata ci sarebbero già circa 500 persone prenotate e il biglietto d'ingresso dovrebbe essere di 30 euro. «Siamo sold out, non è una cosa aperta al pubblico. E faccio notare pure che le nostre sono feste di un certo livello, ne abbiamo già fatte di simili al teatro dell'Opera, in altri musei, il Comune di Prato ci ha chiamato per chiederci di valorizzare suoi luoghi come il Museo del tessuto con i nostri eventi», tiene a dire Marcheschi, che del marchio "I Love Disco" è fondatore, mentre la presidentessa dell'associazione "Pop Up" è la sua storica collaboratrice Stefania Vivoli. Per di più, tiene a ricordare Marcheschi, l'evento di venerdì non è fine a sé stesso ma fa parte del programma del Bacio al Piazzale voluto proprio dal sindaco Nardella, visto che domenica saranno "I Love disco" e "Pop Up" ad allestire il palco.




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news