LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LUCCA - Dalla Manifattura riaffiora la fortezza di Castruccio
di Paola Taddeucci
09 febbraio 2016 IL TIRRENO

Lucca: della “Augusta” si avevano solo notizie indirette. Ora i muri sono emersi dagli scavi nella ex fabbrica

LUCCA. Dalle viscere della Manifattura Tabacchi riemergono i muri dell'Augusta, la leggendaria fortezza trecentesca che fu completamente distrutta un secolo dopo. È una delle scoperte effettuate dal team dell'archeologa Elisabetta Abela durante gli scavi nell'area dell'ex fabbrica dei sigari - in totale oltre 24.000 metri quadrati di superficie nella zona intorno a piazzale Verdi, piazza della Magione e via Cittadella - dove sono in corso i lavori di riqualificazione.

Da settembre 2015 a oggi - ma le ricerche continuano - nei vari ambienti dell'immenso complesso sono venute alla luce, oltre alle mura trecentesche, anche resti di epoche anteriori e successive al 1300. Un suggestivo percorso attraverso i secoli che racconta quello che c'era prima della Manifattura, nata a metà del 1800.

Lo ha illustrato per la prima volta pubblicamente la stessa Abela durante la presentazione del libro “I signori delle rupi”, scritto dagli archeologi Giulio Ciampoltrini - coordinatore a Lucca per la Sovrintendenza archeologica fiorentina e direttore degli scavi alla Manifattura -, Paolo Notini e Silvio Fioravanti.

Il volume raccoglie i risultati di quarant'anni di ricerche in Garfagnana relative all'Età del Bronzo. Il titolo si riferisce alla scoperta più significativa: un ornamento femminile molto elaborato e appartenuto a una donna d'alto rango, di quelle popolazioni ricche e potenti, cioè, che dominarono le rupi dell'Alta Garfagnana negli anni intorno al 1000 avanti Cristo.

Con i ritrovamenti alla Manifattura, invece, si torna a epoche meno lontane. Alla metà del 1800 la fabbrica sorse su edifici preesistenti, il più importante dei quali era il convento di San Domenico, del XVI secolo, nato a sua volta su altre macerie. Ma di quei resti più antichi non tutto è andato distrutto: negli scavi sono stati infatti trovati una tomba e alcune parti di muri altomedievali.

La scoperta più sensazionale è tuttavia quella della muratura trecentesca, a giudizio del team di Abela da collegare quasi sicuramente alla fortezza dell'Augusta. Molto esteso, il muraglione venne usato come fondamenta quando fu edificato il convento. «Si tratta - sottolinea Ciampoltrini - di un'autentica reliquia».

Sono rare le tracce, infatti, di quella che per oltre un secolo, dal 1322 al 1430, fu una vera e propria città nella città.

Voluta da Castruccio Castracani come simbolo del suo potere, l'Augusta si estendeva per un quinto del centro storico, dall'attuale piazzale Verdi a via del Fosso, ed era protetta da ventinove torri.

Parzialmente distrutta nel 1370, trent'anni dopo Paolo Guinigi volle emulare Castruccio e la ribattezzò “Cittadella” che resse finché la sua Signoria non fu deposta. Con Guinigi, cadde definitivamente anche la fortezza. Sui cui resti fu costruito, poi, il convento di San Domenico arrivato ai giorni nostri dopo la trasformazione in fabbrica per il tabacco.

Del monastero gli scavi hanno portato alla luce strutture murarie, laddove un tempo c'erano il refettorio e la cucina, oltre al forno per il pane, alla cisterna interrata per l'acqua e vari manufatti. Un insieme di ritrovamenti che Ciampoltrini definisce importanti per la ricostruzione di un monumento perso della città, conosciuto finora solo sulle carte conservate negli archivi.

Non meno interessanti le scoperte relative all'epoca
più recente, quelle che coincidono con la nascita e lo sviluppo della Manifattura.

In un edificio del complesso, per esempio, sono stati trovati i vecchi forni per l'essiccazione del tabacco: disposti su un lungo corridoio, risalgono alla fine del 1800.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news