LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE - Alta tensione all'Accademia "La direttrice non dialoga"
GAIA RAU
10 febbraio 2016 LA REPUBBLICA



DUE assemblee, il sindacato sul piede di guerra. E infine una convocazione, "in extremis", fra tre giorni. È un clima pesante quello che si respira nei corridoi della Galleria dell'Accademia, dove ieri pomeriggio – con un secondo "turno" in programma domani mattina – i lavoratori della Uil si sono riuniti con lo scopo principale di puntare il dito contro Cecilie Hollberg, la nuova direttrice- manager, tedesca, del museo fiorentino, nominata l'estate scorsa in virtù del concorso internazionale previsto dalla riforma Franceschini ed entrata in servizio ai primi di dicembre. «Le abbiamo chiesto formalmente un incontro venti giorni fa, non abbiamo mai avuto risposta», tuonava ieri mattina il segretario per i beni culturali Enzo Feliciani. E ancora: «Non abbiamo idea di quali siano i suoi piani per la riorganizzazione del museo. Saranno costituiti nuovi uffici? Sta pensando anche lei, come Eike Schmidt agli Uffizi, di prorogare l'apertura della Galleria? Anche all'Accademia, come agli Uffizi, c'è carenza di personale: servono almeno 6/7 assistenti tecnici e 12/13 custodi in più. Tanto più che, come tutti sanno, siamo alle prese con un museo che soffre di grave sovraffollamento, e la sicurezza non si può garantire senza la presenza umana. Con le passate gestioni, quella di Tartuferi, ma anche con chi lo ha preceduto, c'è sempre stato un confronto, una correttezza nei rapporti. I problemi, insomma, si affrontavano insieme. Lo stesso Schmidt ci riceve regolarmente, per quanto possiamo essere in disaccordo su alcuni suoi progetti. Con Hollberg, abbiamo l'impressione non solo che non abbia le idee chiare, ma anche che non sia affatto interessata al mantenimento delle relazioni sindacali».

Poi, nel primo pomeriggio, a poche ore dall'inizio dell'assemblea, il cambio di rotta, a sorpresa, della direttrice, che invia la tanto attesa convocazione. Invitando i rappresentanti delle sigle sindacali a un incontro venerdì pomeriggio. «Ci sentiamo in parte tranquillizzati – ammette il rappresentante della Uil – anche se si tratta di una riunione che verterà su una questione di ordinaria amministrazione, e cioè la pianificazione del personale per garantire le aperture domenicali, la cui discussione non era più prorogabile. Speriamo che ne seguiranno altre anche sul resto». Più tardi, in serata, arriva anche un comunicato da parte della stessa Hollberg, che alle accuse di Feliciani risponde di non aver mai «rifiutato incontri col sindacato: anzi, uno vi è stato a fine anno ed altri ce ne saranno a breve scadenza ». Quanto all'assemblea di ieri, sarebbe stata «portata a conoscenza della direzione, attraverso l'invio di una mail, solo nella serata di venerdì 5», ma «la direzione ha reso comunque possibile lo svolgimento dell'assemblea nel giorno indicato e nono- stante abbia creato non pochi disagi e problemi alla direzione stessa, che è stata in grado di impegnarsi per organizzare tutto nella giornata di lunedì, cioè di fatto con un solo giorno di preavviso ». Infine, sui progetti per il futuro del museo, Hollberg non ne specifica i contenuti, definendoli tuttavia «tanti e tutti importanti », e concludendo con una rassicurazione sugli orari: «Per il momento non è prevista alcuna variazione».

È slittato intanto di una settimana, al 16 febbraio, causa malattia di Schmidt, l'incontro, in programma ieri pomeriggio, nel corso del quale il direttore degli Uffizi avrebbe dovuto confrontarsi con i sindacati sul piano di riorganizzazione delle Gallerie, i progetti di ampliamento di orario e l'ipotesi di abolire il consueto giorno di chiusura settimanale: «Per noi – dice Feliciani – aprire il lunedì significa rompere un equilibrio, sfasciare un'organizzazione consolidata, senza peraltro che questo porti agli effetti auspicati dal direttore, visto che il lunedì non è mai stato un giorno di particolare affluenza turistica in città. Ma siamo pronti a confrontarci con lui».




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news