LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Prato. «Cara Vicenza, oltre ai soldi rivogliamo i nostri quadri»
Giorgio Bernardini
Corriere F12iorentino 12/2/2016

Prato: incontro teso tra manager della Popolare e risparmiatori. «Le vostre azioni non risaliranno»

PRATO. «Intanto ridateci i nostri quadri e cancellate la vostra arroganza». La bordata di Sauro Bessi, 70enne ex dipendente della CariPrato e socio della Banca popolare di Vicenza, è il simbolo dell’onore ferito — e non solo delle tasche svuotate — di un intera città.
Sono le 19.30 di ieri sera quando Bessi incalza dal palco del teatro Politeama pratese il direttore generale di BpVi, Francesco Iorio. La sala è gremita, 1.000 persone ad ascoltare la «richiesta di fiducia» che i nuovi vertici della banca veneta (la più importante della città dopo l’acquisizione di CariPrato nel 2010) è venuto a fare ai suoi azionisti. Ma i soci, non solo sono delusi, sono arrabbiati. Così il direttore generale Iorio, deve cedere la parola presto: la folla rumoreggia, vuole la parola per le domande. Nessun risultato dal discorso «sull’opportunità di ricostruire un patto di fiducia», né dalle spiegazioni sulla necessità di un nuovo aumento di capitale. Gli azionisti raccontano «la delusione», «i risparmi di una vita persi», le storie di pensionati «defraudati» e quelle degli imprenditori che si sentono «presi in giro», come nel caso di Alessandro Faggi, piccolo industriale nel ramo dei trasporti. Un confronto teso, con «buu» e insulti, anche se Iorio e il presidente Bpvi Stefano Dolcetta — che prima avevano incontrato il sindaco Matteo Biffoni e le categorie economiche, sindacati, associazioni dei consumatori e della Fondazione Cassa di Risparmio di Prato — tentano di smarcarsi come possono da «responsabilità che non appartengono a questa gestione». E a un certo punto al direttore generale scappa un «su questo c’è la Procura della Repubblica che indaga». Niente rassicurazioni nemmeno sul prezzo delle azioni, «che non risaliranno mai al valore di 48 euro», spiega Iorio. Nessuno di coloro che escono dal teatro si dice «disposto a reinvestire sulla banca». Infine la risposta sui quadri di Caravaggio, Bellini e Lippi un tempo custoditi a Parto ed ora portati a Vicenza: «Personalmente — dice Iorio — sono fiducioso sui quadri a Prato, ma vorrei fare le cose invece che dirle». Intanto però il sindaco Biffoni sottolinea: «Nel caso di un’eventuale dismissione del patrimonio artistico è importante che non ci sia uno smembramento della collezione ma, anzi, che questo torni alla Galleria degli Alberti a Prato».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news